Marzia Imperatrice: “Voglio ritornare presto in acqua, ci aspetta un campionato di alto livello”
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Un percorso in crescita bruscamente interrotto dall’emergenza coronavirus. Il sogno europeo stroncato dal lockdown. La stagione delle ragazze di Kally NC Milano caratterizzata dal rammarico di non aver potuto concretizzare i risultati positivi che la squadra stava ottenendo. Per settimane ferme senza poter scendere in vasca, è arrivato ora il momento di ripartire. Nell’intervista che segue, le aspettative per la prossima stagione di Marzia Imperatrice, portiere della Kally NC Milano e della Nazionale Giovanile di pallanuoto.

Marzia Imperatrice, allenamenti a secco per combattere il lockdown

Le Olimpiadi sono il sogno di ogni atleta ma voglio essere concreta – dichiara Marzia Imperatrice, portiere di Kally NC Milano e della Nazionale Giovanile di pallanuoto – Il primo obiettivo è rimettermi in forma per partire al meglio nel prossimo campionato. L’acquaticità la perdi in una settimana, figuriamoci in tre mesi. Vorrei dire che in questo periodo sono stata disciplinata nella alimentazione ma non è stato proprio così. Una sosta prolungata ti stanca mentalmente e un po’ ti lasci andare. Per combattere la tensione e la mancanza dell’acqua, ho fatto tante torte. In famiglia erano contenti, le hanno molto apprezzate. Ed io, per bilanciare, mi allenavo a secco con le poche cose che ho in casa. Per fortuna la nostra preparatrice atletica non ci ha mai fatto mancare il suo supporto, le sue videochiamate sono state uno stimolo per non andare oltre i limiti

Ritornare presto in acqua, per ritrovare la forma e ripartire fortissima

Voglio ripartire, non vedo l’ora di ritornare in acqua. Cosa che non ho ancora fatto. E, naturalmente, rivedere presto le mie compagne, è tosto rimanere chiusa in casa per così tanto tempo. Tra noi c’è una grande intesa, nonostante ci siano tanti anni di differenza tra le veterane come Roberta Bianconi e le giovanissime come me. Ma tutte abbiamo il grande rammarico di non aver potuto concludere la stagione in corso, potevamo fare bene. E la nostra voglia di dimostrare ciò che possiamo fare è fortissima

Un impianto stabile, il desiderio

Vorremo poter disputare il nuovo campionato in un impianto stabile – sostiene Marzia Imperatrice – L’anno scorso giocavamo alla Piscina Cozzi, quest’anno abbiamo disputato il campionato a Lodi. E gli allenamenti li dobbiamo distribuire su due turni, distanziati da molte ore di pausa. Alla mattina a Rozzano, alla sera a Milano. Nuoto e molta palestra alla mattina, partitelle e cose più tecniche alla sera. Nella piscina di Rozzano le corsie sono limitate e le dimensioni ridotte, la piscina non ha le misure necessarie per una partita di pallanuoto. Nella piscina di Via Mecenate, invece, nel pomeriggio si svolgono corsi di nuoto, nuoto sincronizzato e pallanuoto. Dobbiamo aspettare fino alle 20 per ritornare in acqua

Scudetto, sogno ancora vivo

Tutto questo però non ci fa dimenticare il nostro vero obiettivo – conclude Marzia Imperatrice – Il sogno di uno scudetto non è mai tramontato. Un traguardo che un anno dopo l’altro è sempre più vicino. Quest’anno eravamo già sulla buona strada, il terzo posto in campionato era alla nostra portata. I risultati stavano arrivando, sognavamo un posto in Europa. Probabilmente ce l’avremmo fatta, se non ci fosse stato il lockdown per l’emergenza coronavirus. Ma non molliamo, il nostro percorso è in crescita. Su di noi, ci sono tante aspettative

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi