Carlo Festuccia: i 40 anni del tallonatore combattivo
Ti piace questo articolo? Condividilo!

A distanza di qualche anno dal suo addio alle sport, a cui continua comunque essere legato, Carlo Festuccia taglia oggi un importante traguardo: il suo 40esimo compleanno. E proprio in un momento come questo diventa quasi naturale fare un salto indietro nel tempo ripensando ai momenti più importanti della sua carriera in cui i successi non sono mancati.

Carlo Festuccia – I primi passi nella città di origine

I primi passi nel mondo del rugby, Carlo li ha mossi nella squadra della sua città, L’Aquila, con cui riesce a esordire in campionato nel 1988. Non tarda ad arrivare l’esordio nelle Nazionali giovanili, ma grazie alle sue doti anche le altre squadre iniziano a interessarsi a lui e arriverà così il passaggio al Gran Parma nel 2002. Pochi mesi e arriva il debutto in Nazionale maggiore, nel 6 Nazioni 2003 disputato in Galles.

La voglia costante di nuove sfide

La voglia di lottare e di mettersi in evidenza anche nelle condizioni di goco più difficili sono state sempre una costante della sua carriera. Ma proprio l’intento di mettersi in discussione lo porterà ad andare al di fuori dei nostri confini: al 2007 risale infatti il suo passaggio al Racing Metro 92, dove è guidato da Berbizier, fino a poco prima ct della Nazionale.

Per i colori azzurri diventa però un vero e proprio fulcro anche per il suo successore, Nick Mallet, che lo schiera nel Sei Nazioni del 2008, 2009 e del 2011.

Il ritorno in Italia arriva nel 2011ai Crociati, squadra tributaria della franchise di Pro12 degli Aironi; questa esperienza avrà però breve durata a causa dello scioglimento del franchise e il subentro nel torneo delle Zebre, Festuccia fu assorbito da quest’ultima squadra.

A questo seguirà poi una nuova esperienza all’estero, questa volta in Inghilterra, negli Wasps in Premiership, dove resterà tre stagioni. La voglia di mettersi continuamente in discussione lo porterà poi nuovamente prima alle Zebre e poi nuovamente negli Wasps.

Il ritiro sarà annunciato nel 2017, ma questo non lo porterà ad abbandonare il suo sport. E’ infatti allenatore degli avanti del Rugby Reggio, formazione di Reggio Emilia.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi