La Pallanuoto Metanopoli sogna ancora la A1, De Marco: “In attesa”

E’ un’estate certamente particolare quella che sta vivendo parte dello sport italiano. Mentre il calcio con la Serie A e la Serie B è finalmente ripartito dopo un lungo tira e molla con le istituzioni, ben diversa è la situazione che si trovano a vivere altre discipline che possono contare su meno clamore mediatico. E’ il caso della Pallanuoto, con la Metanopoli, società del milanese che ha già manifestato il sogno di essere ripescata e di fare il salto tanto atteso in A1, ma ancora in attesa di quale possa essere il suo destino.

La società è stata protagonista di una stagione decisamente superiore alle aspettative, caratterizzata 10 successi su altrettante gare in A2. Pensare che un cammino del genere non possa garantire la promozione non può che lasciare l’amaro in bocca, ma la speranza continua a restare viva.

La Pallanuoto Metanopoli in attesa della decisione per il ripescaggio in A1

La voglia di mettersi alla prova con una sfida esaltante come quella che potrebbe essere rappresentata dal salto in A1 è forte per la Metanopoli. Se questo dovesse accadere, la squadra lombarda scriverebbe anche una pagina importante nella sua storia.

A fare da portavoce sulle sensazioni di questo momento particolare è il presidente Alessandro De Marco: “Siamo in attesa, non posso dire in dolce atteso perché non sapere ancora quale sarà il nostro destino non può non lasciarci del tutto tranquilli – ha detto in occasione della trasmissione ‘Chiacchiere in calottina’ trasmessa sul profilo social di Be.Pi Sport -. Se davvero dovessimo riuscire a essere ripescati sarebbe la prima volta nella nostra storia, probabilmente anche la prima dal 1934 per una formazione milanese. E questo non potrebbe che renderci orgogliosi“.

Se davvero la richiesta della società dovesse essere accolta, non si tratterebbe comunque di un’esperienza semplicemente di passaggio. Su questo concetto De Marco è chiaro: “Al momento abbiamo liberato tutti quanti i giocatori, siamo in parola comunque con con chi ha voglia di continuare un percorso che abbiamo iniziato, poi cercheremo di rafforzare ulteriormente la A1. vogliamo fare una categoria che sia davvero una A1 e non essere semplcimente una squadra materasso. Le difficoltà ci sono, non le nascondiamo, anche in merito alla piscina. Ci siamo trovati bene a Monza, ma ci affascina anche la Piscina Cozzi di Milano, stiamo a vedere cosa accadrà“.

La grande voglia del capitano Anna Repetto

Tra le protagoniste di questa stagione della Pallanuoto Metanopoli, purtroppo messa in cantiere, causa Coronavirus, ormai qualche mese fa, c’è Anna Repetto. La ragazza è pronta a mettersi a disposizione anche per la prossima annata.

Abbiamo concluso il girone di andata terze e pari merito, non aspettavamo risultati così veloci. Gli innesti che abbiamo avuto hanno rafforzato la rosa, ma c’è sempre un momento in cui bisogna conoscersi, peccato avere finito la stagione in questo modo. Nella prossima speriamo che il campionato si faccia, che la squadra sia riconfermata. Stavamo iniziando a macinare gioco e ci trovavamo bene insieme in acqua, speriamo di riuscire ad arrivare agli obiettivi prefissati, partendo dal terzo posto e, magari facendo meglio. Io mi sono divisa tra università e squadra, quest’anno sono però riuscita a essere più partecipe anche la mattina rispetto a un anno fa. Questo mi lascia molto contenta. L’università mette a disposizione lezioni online e quindi spero di poter essere presente ancora tutte le mattine per allenarmi sempre con le compagne”.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi