Aldo Serena: il goleador girovago compie 60 anni
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Si dice spesso che nel calcio moderno le bandiere non esistano più, ma c’è chi anche in un’epoca diversa da quella che stiamo vivendo abbia preso una strada differente, scegliendo di mettersi in discussione anche in piazze diverse. Emblematicaè l’esperienza vissuta da Aldo Serena, il bomber originario di Montebelluna (Treviso), che ha vestito le maglie delle tre squadre più importanti in Italia: Juventus, Milan e Inter. Ma non si è trattato di una presenza “di passaggio”, anzi: con tutti e tre i club è infatti riuscito a conquistare il titolo nazionale. Ad averlo eguagliato nella vittoria dellos scudetto con tre formazioni diverse ” sono stati solo altri quattro colleghi: Giovanni Ferrari, Sergio Gori, Pietro Fanna e Attilio Lombardo.

E’ stato certamente uno degli attaccanti più temibili, in grado di vestire anche la maglia azzurra (24 presenze e 5 gol), pericoloso soprattutto in area di rigore. Il colpo di testa è stata una delle sue doti migliori.

Aldo Serena: una carriera da bomber di razza

Non è stata una scelta a tavolino quella di girare l’Italia, ma il bilancio generale della carriera di Aldo Serena non può che essere positivo. E farlo ora che taglia il traguardo dei 60 anni non può che essere inevitabile.

L’ex attaccante muove i primi passi da calciatore nella squadra della sua città, il Montebelluna, con cui disputa la stagione 1777-78, con un ruolino di 29 presenza e 9 reti. Non tarda ad arrivare il momento in cui formazioni ben più acclamate si accorgono di lui. Già l’anno successivo passa infatti all’Inter. Con la maglia nerazzurra debutta contro la Lazio e mette a segno il primo gol in Serie A. Le sue doti di goleador sono quindi già evidenti.

Il club decide però di dargli l’opportunità di crescere e giocare con continuità come accadeva spesso all’epoca e lo gira così, ma solo in prestito, al Como e al Bari. Nel 1981 tornerà all’Inter, ma sarà una permanenza piuttosto breve, a cui seguirà il trasferimento al Torino.

Nel 1985 si trasferisce alla Juventus per due anni. Dal 1987 al 1991 gioca con l’Inter segnando 45 gol ed, infine, chiude la carriera con il Milan.

Ancora adesso il bomber può vantare un primato davvero particolare: è l’unico ad avere disputato il derby di Milano e di Torino con tutte e 4 le maglie.

Avatar
News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi