Milano Quanta, non solo prima squadra per l’hockey inline
Ti piace questo articolo? Condividilo!

L’Hockey Club Milano Quanta ha posto le basi per un progetto sportivo di ampio respiro. In particolare nella stagione 2020/21 non si svilupperà solo per quanto riguarda la prima squadra, campione d’Italia in carica, ma in più direzioni.

Le parole di Mattia Mai

“Avviamento all’hockey, categorie giovanili, serie C e femminile – anticipa Mattia Mai, responsabile della “cantera” rossoblu, oltre che portiere della squadra senior -. L’intenzione è quella di strutturare e potenziare il nostro impegno a 360°, per costruire in casa i campioni di domani”.

Il settore giovanile

Per le categorie under 12, 14, 16 ed Elite, la stagione passata, bruscamente interrotta dal lockdown, vivrà un’appendice conclusiva dal 6 settembre fino, indicativamente, alla prima settimana di ottobre, con l’assegnazione degli Scudetti. Archiviata la stagione 2019/20, è già tempo di voltare pagina: il Milano Quanta conferma il suo impegno diretto nelle categorie under 12, 14, 16, mentre valuta una partnership per la categoria Elite.

Novità

La novità è l’iscrizione alla Serie C di una seconda squadra, per lo sviluppo degli atleti under 23 e l’inserimento dei ‘classe 2004/2005’. Una sorta di farm team che graviterà nell’orbita dei campioni della senior, con l’obiettivo a medio termine di diventarne il serbatoio principale.

Femminile

“E’ nostra intenzione arricchire il progetto – spiega Mai – con l’avvio di una squadra femminile che partecipi al campionato di serie A. E’ una sfida per rilanciare l’hockey ‘rosa’ in città. L’inizio di un percorso che speriamo possa colmare una lacuna e dare una possibilità alle ragazze di cimentarsi in un contesto di livello”.

Avviamento e scuole

Confermate le ”prove” del sabato mattina per i bambini (da 5 a 11 anni) che vogliano scoprire l’hockey inline: “Riapriremo il discorso con le scuole per farci conoscere e attrarre nuove leve”.

Staff

Gestione tecnica confermata e rinnovato l’accordo per altre due stagioni con il coach slovacco Juraj Franko, che assumerà un ruolo sempre più centrale. Franko sarà direttamente coinvolto per le categorie junior (con l’ausilio di Gabriele Fumagalli) e coordinerà anche le formazioni di serie C e Femminile, per le quali è in fase di valutazione l’inserimento di un’altra figura tecnica specifica: “Senza dimenticare – conclude Mai- il preziosissimo supporto delle famiglie dei ragazzi, nelle vesti di dirigenti, accompagnatori, tuttofare. A loro va la nostra gratitudine”.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi