Trofeo Bracco: vento ed emozioni, exploit Vittoria Fontana
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Tanto vento, ma anche tante emozioni e delle atlete uniche. L’ottava edizione del Trofeo Bracco ha chiuso i battenti, lasciando però agli astanti che hanno deciso di dedicare il loro sabato pomeriggio al meeting interamente femminile al campo XXV Aprile di Milano un ricordo indelebile. 

Vittoria Fontana, giovane promessa al Trofeo Bracco

Si è fatta notare Vittoria Fontana nei 200 metri. La campionessa europea Under 20 dei 100 è scesa a 23.62 sulla doppia distanza, togliendo ben tre centesimi al suo record personale (23.65). In questa stagione la lombarda dei Carabinieri era già rientrata nei 100 avvicinando il suo primato con 11.45 a Savona. “Era più un allenamento che una gara – il commento della 20enne varesina – stiamo ancora caricando molto: doppia seduta tutti i giorni. Da tanto tempo non facevo un 200, l’obiettivo era correre rilassata e devo dire che rispetto a Savona sono stata più decontratta. Il crono contava relativamente”. Al secondo posto Annalisa Spadotto Scott (Bracco Atletica, 24.23), terza Marta Milani (Esercito, 24.65). 

400 metri, parola ad Ayomide Folorunso

Sui 400 metri protagonista Ayomide Folorunso (Fiamme Oro). La giovane azzurra ha chiuso e vinto la prova in 53.22 appena due giorni dopo l’esordio nei 400hs (57.86 a Modena). Alle sue spalle si migliorano Serena Troiani (Cus Pro Patria Milano, 54.31) e la non ancora ventenne Alessia Brunetti (Bracco Atletica, 54.96). Va ad Elena Bellò (Fiamme Azzurre) la sfida degli 800 metri. La Bellò, prima al traguardo in 2:04.71, ha preceduto Eleonora Vandi (Atl. Avis Macerata, 2:05.50). Exploit anche della 2000 Ludovica Cavalli (Bracco) sui 1.500 metri. Suo il miglior crono, con un netto miglioramento in 4:19.72. Migliorano il loro personale anche di Martina Merlo (Aeronautica,  4:21.20) e Micol Majori (Pro Sesto Atletica, 4:21.62). Nei 100 ostacoli Desola Oki (Fiamme Oro) coglie lo stagionale con 13.58 seguita da Nicla Mosetti (Bracco, 13.83) e dalla junior Veronica Besana (Atl. Lecco Colombo Costruzioni). 

Trofeo Bracco, gloria anche per Marta Maffioletti

Sul rettilineo dei 100 metri la più rapida è Marta Maffioletti, 11.77, capitana della Bracco Atletica, società organizzatrice della manifestazione. Nel giavellotto la più attesa era Luisa Sinigaglia (Bracco), quarta agli Europei under 23, seconda con 48,68 a precedere Ilaria Casarotto (Atl. Vicentina, 48,56), ma la vittoria è di Pascaline Adanhouegbe (Cus Pro Patria Milano) con un 54,14 che rappresenta il miglior lancio da quando è tesserata per una società italiana a poco più di mezzo metro dal suo primato nazionale del Benin (54,88).

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

1 thought on “Trofeo Bracco: vento ed emozioni, exploit Vittoria Fontana

  1. …. ma dove l’ha visto il vento questo….. esperto! Credo che abbia le idee un pochino confuse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi