BLM Briantea84 Cantù Fisdir, Longoni: “Emozionante ripartire”
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Silvia Longoni, responsabile di BLM Briantea84 Cantù Fisdir (Federazione Italiana sport paralimpici degli intellettivo relazionali), ha fatto il punto sulla stagione, interrotta dall’emergenza Coronavirus.

Le parole di Silvia Longoni

“Per me è stata la prima esperienza in questo ruolo, fin da subito ho cercato di integrarmi per farmi conoscere. Per ogni atleta (sono 13, ndr) abbiamo stilato un lavoro con obiettivi precisi. Un ringraziamento a Carlo Capararo per il prezioso supporto e ai volontari che hanno dato il loro contributo al settore. Il gruppo è cresciuto tanto nei mesi, il livello generale si è alzato notevolmente”.

BLM Briantea84 Cantù Fisdir, gare

Ogni gara è stata un banco di prova per costruire la nostra partecipazione ai Campionati Italiani Invernali. Abbiamo lavorato per migliorare sui nostri errori, con sessioni di allenamento specifiche per risolvere alcune lacune. La tappa a Seregno è stata preparata in meno di un mese, per noi è stato importante capire da che punto saremmo dovuti partire dopo la pausa estiva, per tutto quello che ci avrebbe aspettato dopo. Per ogni competizione territoriale si è pensato a un ciclo di allenamento preciso, con sessioni di scarico a ridosso delle singole gare”.

Lockdown

“Sono passata da preparare allenamenti in vasca a quelli a secco, ho dovuto rimettermi in gioco per studiare i movimenti da proporre. Inizialmente i ragazzi si sono dovuti riadattare a nuovi metodi di insegnamento, poi hanno lavorato cercando di mantenere la forma acquisita fino a quel momento. Il gruppo ha dato un riscontro di grande maturità: si è continuato ad allenare senza avere obiettivi specifici all’orizzonte, solo per il dovere di farlo e per farsi trovare pronto in caso di ripartenza. Per me è stata una grandissima risposta. Un grazie anche alle famiglie che a casa sono state fondamentali per permettere la buona realizzazione di tutto questo”.

La ripresa

“Rivederci dal vivo è stato emozionante, sia per me che per loro stessi, questo ultimo mese è andato bene. Abbiamo continuato con gli allenamenti a secco, seguendo sempre lo schema dei movimenti che già eseguivamo a distanza nel periodo da casa. È stato importante riprendere una sorta di normalità, in attesa di indicazioni sul futuro”.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi