Samuele Vernice: “Mondiali 2021, voglio dimostrare quello che valgo”
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Samuele Vernice, ventenne campione milanese di canoa polo. Scoperta a 14 anni, dopo tanti anni di nuoto. Da sempre in Idroscalo Club, con la società meneghina ha intrapreso un percorso che lo ha portato a conseguire buoni risultati nel campionato nazionale. E soprattutto la medaglia d’argento ai Campionati Europei Under21 nel 2019. Un risultato che ha lasciato un po’ di amaro in bocca al giovane campione, che in quella occasione non ha avuto la possibilità di dimostrare in acqua il suo valore. Cerca la rivincita, il prossimo Campionato Mondiale di Roma 2021 sarà l’occasione. Un appuntamento al quale si prepara con la massima concentrazione. Senza tralasciare lavoro e studi universitari ma con la convinzione che il massimo traguardo è alla portata, sua e della squadra azzurra. A seguire l’intervista a Samuele Vernice e Ruggero Di Maria, dirigente di Idroscalo Club

Samuele Vernice, canoa polo amore a prima vista

Ho iniziato sei anni fa dopo tredici anni di nuoto– racconta il ventenne campione di canoa polo Samuele Vernice – Volevo cambiare sport e ambiente. cercavo qualcosa di più dinamico. Con Idroscalo Club ho iniziato con la canoa velocità, dopo due mesi ho però preferito cambiare. Mi sembrava uno sport troppo solitario. Ho provato così la canoa polo, è stato amore a prima vista. Mi allenavo anche d’inverno, stagione non certo ottimale per farlo. Sacrifici che comunque non mi pesavano, anche se ero da solo a fare tiri con la palla. E sono cresciuto insieme con la società, il rapporto va al di là della semplice prestazione sportiva

Con Idroscalo Club, crescita costante negli anni

Idroscalo Club negli anni ha raggiunto risultati importanti. “Sotto Ezio Caldognetto, Idroscalo Club è passata da essere una buona società a essere la migliore società di canottaggio – dichiara Ruggero di Maria, dirigente del club meneghino – Otto anni fa abbiamo creato le prime squadre nelle divisioni minori e, due anni dopo, le giovanili. Dopo essere giunti terzi nel Campionato Under21 siamo saliti nella massima serie nel 2018. Nel primo anno in Serie A, nel quale di solito si punta alla salvezza, siamo stati in corsa tutto l’anno per i play off. E in quello stesso anno abbiamo organizzato la Coppa Europa per Nazionali, vinta dall’Italia maschile. Ma la nostra vera crescita è arrivata l’anno scorso quando siamo arrivati quarti in Coppa Italia perdendo la finale del terzo e quarto posto sulla sirena. In campionato, arrivati quinti, abbiamo giocato i play off giungendo alla fine settimi”

Europei 2019, una medaglia ma per Samuele pochi minuti in acqua

Da sei anni, ogni anno forniamo puntualmente un atleta alla Nazionale – sottolinea Ruggero Di Maria – Tra questi, Daniele Caprioglio, Sasha Cardini, Fabio Casagli. E, ovviamente, Samuele Vernice. Giovani che hanno complessivamente portato a casa un argento europeo nel 2019 e due bronzi mondiali, a Siracusa nel 2016 e in Canada nel 2018” Già vincitore di un argento europeo nel 2019, Samuele Vernice punta al gradino più alto del podio. L’appuntamento è con i prossimi Campionati Mondiali di Roma, ad Aprile 2021 “L’anno scorso rammenta Samuele Vernice – girava la voce che sarei andato agli Europei, grazie ad un netto miglioramento fisico, tecnico e mentale. Allo stesso tempo mi era stata prospettata la possibilità che non avrei fatto presenza in acqua. Era la mia prima convocazione ho accettato. E così è stato, ho giocato pochissimo. Ero carico e preparato, avrei voluto dimostrare cosa sapevo fare.

Mondiali 2021, l’occasione per prendersi una rivincita

Il prossimo Campionato Mondiale a Roma, spostato adAprile 2021 per l’emergenza coronavirus, sarà per me l’occasione per prendermi una rivincita. Voglio essere protagonista, la medaglia d’oro è alla nostra portata. Ma per raggiungere l’obiettivo mi devo allenare il triplo. E recuperare quanto perso durante il lockdown, durante il quale mi sono allenato con strumenti improvvisati” A causa anche di disposizioni poco chiare, allora come adesso. “Durante il periodo di fermo – sottolinea Ruggero Di Maria – non è stata data una linea precisa. La canoa polo viene vista come sport di contatto ma il contatto, di fatto, è tra le canoe. Dal 4 maggio siamo costretti ad allenarci in canoa senza fare sessioni specifiche di gioco, facciamo allenamento fisico ma ancora non sappiamo se si giocherà

Tanti impegni, Campionato e Mondiale gli obiettivi nel mirino

Al di là di questa incertezza, dovrò concentrarmi e coniugare allenamenti, lavoro e università. Lavorare in Idroscalo Club come istruttore dei ragazzini, sia nella canoa base che nel K1 velocità, mi viene comodo per gli allenamenti. Riesco ad unire due cose, arrivo una ora prima o mi fermo una ora dopo. Riesco così a risparmiare tanto tempo. La cosa più difficile sarà mettere insieme università ed allenamenti. Il campionato è falsato, le date sono spostate tutte da settembre a novembre. Devo ritrovare la forma velocemente in vista di appuntamenti concentrati. I sacrifici saranno veramente tanti ma non posso lasciare indietro l’università. La scadenza di Aprile 2021 non è motivo per rallentare con gli impegni universitari. Devo riuscire a fare entrambi. Anche perché nel frattempo c’è anche il campionato, nel quale vogliamo ben figurare

Idroscalo Club, si punta ad una stagione al vertice

Idroscalo Club ha progetti ambiziosi. “Normalmente il campionato di Serie A prevede dodici squadre impegnate in cinque giornate di andata e cinque giornate di ritorno – puntualizza Ruggero Di Maria – Quest’anno si è optato, a causa dell’emergenza coronavirus, per una formula ridotta al solo girone di andata. La prima giornata a Roma il 5 e 6 settembre, la seconda a Milano il 17 e 18 ottobre. In queste due tappe, tutte le squadre giocheranno 11 partite totali. Un mese dopo, si giocheranno le finali con la tradizionale formula dei play off ai quali accederanno le prime otto in classifica. Idroscalo Club mira a fare un ottimo campionato. Proscogli Chiavari e Ortigia Siracusa sono gli avversari di sempre, noi vogliamo arrivare tra le prime tre in Campionato e le prime tre in Coppa Italia

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi