Giro E 2020, il via da Caltanisetta
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Giro E 2020: 20 tappe, solo una in meno del Giro d’Italia. E’ questa la novità del Giro E. Rispetto ai programmi di inizio anno guadagna, infatti, due tappe e cede alla corsa dei professionisti solo la cronometro di Palermo. A dare il via alla corsa saranno i magnifici panorami siciliani. Si tratta della seconda volta in sole tre edizioni. Di Fatti, già nell’edizione zero del 2018 era scattato dalla Trinacria. Quella volta fu Catania, questa sarà Caltanissetta, il prossimo 4 ottobre. Dall’Etna al Sestriere, sarà una vera immersione nel Giro, grazie alla possibilità di transitare sul percorso poco prima dei professionisti. Insomma, un’Italia fuori dei luoghi comuni e tante salite. Come quelle che conducono al Colle dell’Agnello o ai 2758 metri del Passo dello Stelvio, Cima Coppi 2020, la più alta della rosa. Il traguardo, come previsto, a Milano, il 25 ottobre, con la crono finale da Cernusco sul Naviglio, dopo avere percorso oltre 1500 chilometri.

Un evento unico al mondo

Nell’anno della bicicletta a pedalata assistita, Giro-E sarà un festival di emozioni, ma soprattutto un messaggio in tema di mobilità sostenibile. “Siamo orgogliosi di confermare il Giro E 2020. Un evento che per innovazione e ricchezza di contenuti è unico al mondo e ci sta dando grandi soddisfazioni”, ha sottolineato Paolo Bellino, amministratore delegato di RCS Sport. “Come il Giro d’Italia, anche il Giro E rappresenterà quest’anno un momento importante della ripartenza del nostro Paese. Questo format che coniuga lo sport e la mobilità sostenibile è l’ambasciatore di una nuova consapevolezza green”, ha aggiunto l’ad.

Al Giro E con Bugno e Luperini

L’evento organizzato da Rcs è l’unico evento a tappe al mondo riservato alle bici a pedalata assistita. Una e-bike experience che si svolge sulle strade del Giro d’Italia negli stessi giorni del Giro. Inoltre, offre ai partecipanti le emozioni della corsa rosa: il foglio firma alla partenza, la conquista di una delle sette maglie in palio, la premiazione sul podio dei campioni. Ma non è tutto, perché ci sarà anche l’opportunità di pedalare accanto a leggende del ciclismo come Gianni Bugno o Fabiana Luperini.

L’efficienza energetica avrà una sua maglia

Merito delle bici a pedalata assistita, che consentono a tutti di superare salite mozzafiato e rendono questa corsa un banco di prova per i costruttori di motori, batterie e telai. Tra le novità di questa edizione c’è la diminuzione della lunghezza delle tappe (compresa tra i 65 e i 110 chilometri). Ma ci saranno anche la presenza delle cronometro, una crescente attenzione all’efficienza energetica dei team (premiata con una maglia ad hoc) e città di partenza dedicate.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi