Gran Premio d’Italia, la 91° edizione è stata presentata a Milano
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Il Gran Premio d’Italia, seppur a porte chiuse, si avvicina. La conferenza di presentazione della 91° edizione si è svolta in Piazza Città di Lombardia a Milano. Presenti il Presidente dell’Automobile Club d’Italia Angelo Sticchi Damiani, il Presidente del Comitato Olimpico Nazionale Italiano Giovanni Malagò, il Presidente di Automobile Club Milano Geronimo La Russa, il Presidente di Autodromo Nazionale Monza Giuseppe Redaelli, il Sindaco di Monza Dario Allevi e il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana.

Il Gran Premio d’Italia 2020

Sarà un evento storico e unico nella sua particolarità quello che prenderà il via alle ore 15.10 di domenica 6 settembre 2020. Il simbolo del Gran Premio, quei tifosi conosciuti in tutto il mondo, non potranno occupare i loro posti in tribuna. Saranno comunque “virtualmente” presenti grazie alle numerose iniziative di Automobile Club d’Italia, Autodromo Nazionale Monza e Formula 1. Un Gran Premio non solo in pista, ma soprattutto nel cuore dei tifosi. Una gara di solidarietà che accompagnerà tutto il weekend monzese.

Le parole di Sticchi Damiani

“Un anno letteralmente ‘straordinario’ come questo, imponeva non solo un Gran Premio straordinario ma anche un impegno straordinario dell’ACI, sia dal punto di vista dell’organizzazione, che nel dire un grazie vero, sentito e non formale a tutte quelle donne e a quegli uomini – medici, infermieri, operatori del 118 e della Protezione Civile … – che, da mesi, combattono in prima linea, spesso a rischio della loro stessa vita, contro un mostro invisibile e letale come il Covid-19”.

Invitati

“Nonostante il Gran Premio si disputi a porte chiuse, l’ACI ha invitato 250 persone tra personale medico e dell’assistenza sanitaria e operanti della Protezione Civile ad assistere alla gara. In rappresentanza di tutti coloro che nel e col sistema sanitario italiano hanno lavorato e lavorano fino a sedici ore al giorno per tutelare la salute di tutti noi. Mi auguro che le più alte cariche istituzionali saranno al fianco di ACI, FIA, piloti, team, tifosi e appassionati di tutto il mondo, nel tributare a questi campioni di scienza, umanità e responsabilità l’applauso scrosciante che meritano”.

Le parole di La Russa

Ha parlato anche il Presidente di Automobile Club Milano Geronimo La Russa. “Il ‘Tempio della velocità’, anche senza la consueta e suggestiva cornice di pubblico e nel rispetto dei protocolli di sicurezza antivirus, saprà regalare le emozioni e le magie che in novanta edizioni hanno reso la gara monzese unica e ineguagliabile, patrimonio inimitabile dell’automobilismo mondiale e di tutti gli appassionati del Motorsport. Come Automobile Club Milano non vediamo l’ora che il circuito possa tornare ad ospitare eventi. Ogni anno portano sulle tribune centinaia di migliaia di spettatori”.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi