Golf, Sari vince il derby milanese
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Golf, Trofeo Andrea Brotto: nel finale maschile derby milanese, trionfa Sari. Giancarlo Sari (Monticello) e Andreina Pupa D’Angelo (Marco Simone) hanno vinto i Campionati Ragazzi e Ragazze Match Play. Tornei disputati sul percorso dell’Asolo Golf Club (par 72). Nella finale maschile il derby milanese tra Giovanni Binaghi (Monticello) e Giancarlo Sari (Monticello) è stata vinta da quest’ultimo. Mentre Andreina Pupa D’Angelo (Marco Simone) ha battuto in finale Giulia Bellini (Padova). Gare a porte chiuse osservando le distanze sociali e le norme di sicurezza per l’emergenza sanitaria.

Trofeo Brotto: birdie finale per Sari ed è vittoria

Nel torneo maschile, Trofeo Andrea Brotto, Giancarlo Sari, 17enne romano, ha superato nel derby il giovanissimo compagno di club Giovanni Binaghi. Binaghi, 13 anni, milanese, puntava al tris in stagione dopo essersi imposto nei tricolori Pulcini e Cadetti. Un campioncino in erba, visto che lo scorso anno ha fatto suo il campionato baby. Sari è partito forte passando con un 3 up alla nona buca. Ma nelle successive tre Sari ha pareggiato il conto con tre birdie. Alla 15 eagle di Sari e nuova reazione con pari di Binaghi, che tuttavia nulla ha potuto contro il birdie finale del suo avversario. Sari, al primo titolo, è giunto quinto con 143 (-1) nella qualificazione su 36 buche medal dove hanno avuto i numeri uno e due sul tabellone Filippo Reale e Carlo Maria Asti, entrambi con 142 (-2).

Trofeo Roberta Bertotto: Andreina Pupa D’Angelo torna al successo

Nel campionato femminile, Trofeo Roberta Bertotto, Andreina Pupa D’Angelo, 17 anni, è tornata al successo in un torneo tricolore dopo aver conquistato nel 2015 quello Baby. La finale è stata combattuta. Le due finaliste, in ottima forma, hanno espresso un gioco di alto livello su un percorso ben preparato. La D’Angelo è arrivata 2 up al giro di boa e ha tenuto il controllo fino alla buca 17, quando tutto è tornato in discussione per un birdie dell’avversaria. La portacolori del Marco Simone ha poi avuto qualche brivido sull’ultima buca per una palla spedita in bunker. Ma è riuscita a recuperare e a chiudere con il par che le ha dato il titolo.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi