Trofeo Bonfiglio 2020: ufficiale, è definitivamente cancellato
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Il Trofeo Bonfiglio 2020 è definitivamente cancellato. Ad annunciarlo, con una nota ufficiale, l’ufficio stampa della manifestazione. Il Trofeo Bonfiglio – Internazionali d’Italia Junior è un evento internazionale di Grado A del circuito ITF Under 18, che si svolge al Tennis Club Milano Alberto Bonacossa.

Trofeo Bonfiglio 2020 ufficialmente cancellato 

Nella nota diramata dall’ufficio stampa dell’organizzazione del torneo si legge. “L’edizione 2020 del Trofeo Bonfiglio – Internazionali d’Italia Juniores, originariamente in calendario dal 16 al 24 maggio, è ufficialmente cancellato. Nonostante gli sforzi fatti e i tentativi di ricollocare il torneo in una nuova data, non è stato possibile far conciliare le nuove esigenze di calendario con le più rigorose procedure a tutela della salute di tutti i coinvolti, condizione inderogabile e da sempre al primo posto nella lista delle priorità del Tc Milano Alberto Bonacossa”.

Niente Bonfiglio, spazio alla Coppa Lambertenghi 

Niente Trofeo Bonfiglio 2020, dunque, sulla terra rossa del Tennis Club Milano Alberto Bonacossa. Lì dove in questi giorni si sta dispuntanto, tra i migliori Under 12 d’Italia, la Coppa Lambertenghi. Ma per quest’anno, a causa degli effetti della pandemia da Covid-19, non ci sarà spazio per i protagonisti del circuito giovanile internazionale Under 18”.

  • Il vano tentativo di ricollocarlo in calendario

Dopo un primo annuncio di rinvio della manifestazione (CLICCA QUI PER LEGGERE LA NEWS), era nata una prima ipotesi di ricollocare il torneo ad agosto o, al più, a settembre. Ma quest’anno, viste le restrizioni dovute al diffondersi del coronavirus, la manifestazione ha dovuto essere rinviata prima e cancellata poi.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi