Hockey Club Milano Bears, Cenci: “Ora siamo alla fase 3”
Ti piace questo articolo? Condividilo!

In attesa della conferenza stampa di presentazione di luned mattina, la riservatissima Presidente dell’Hockey Club Milano Bears, Flavia Cenci, ha concesso un’intervista esclusiva al sito ufficiale del club.

Le parole della presidente

“Intanto più che un onere è un onore quello di aver contribuito a tener viva un’importante tradizione milanese come quella dell’Hockey su ghiaccio che appassiona la città da quasi un secolo. La mia scelta deriva dal dispiacere che ho vissuto a fianco di mio marito nel vedere il progressivo deterioramento dei rapporti col pubblico. E’ sempre stato parte integrante della storia di uno sport che si è meritato grandi palcoscenici anche in virtù della passione che lo ha sempre circondato”.

Tifosi

“Per questo motivo ho accettato di collaborare ad un progetto in condivisione col nostro principale partner, il 7* Uomo. A questo riguardo ho deciso di offrire uno spazio in società ad un rappresentante della tifoseria. Sebbene senza ruolo dirigenziale, ha la facoltà di monitorare tutto l’andamento della gestione societaria”.

L’Hockey Club Milano Bears

E’ una società seria con progetti sostenibili e sempre in condivisione col “popolo” nella sua più nobile accezione di figura che deve sempre più sentirsi parte del progetto. E’ anch’esso responsabile dell’onere di salvaguardare una così importante tradizione. Ha profonde radici nella cultura milanese”.

Obiettivi

“In primo luogo abbiamo deciso di strutturare una società competente a livello gestionale avvalendoci anche di tanti volontari di comprovata esperienza e competenza in vari ambiti del nostro organigramma. In secondo luogo abbiamo scelto uno staff tecnico che sappia accompagnare i nostri giovani verso una crescita sportiva che possa esser di supporto al sostentamento dei futuri roster della prima squadra. Oggi siamo alla fase 3. Sstiamo lavorando “in alto” per garantire una squadra che coniughi esperienza e gioventù. Per riportare il Milano nelle competizioni del giusto prestigio come sempre accaduto in passato”.

Verso Milano-Cortina 2026

“A livello generale noi tutti ci aspettiamo in primis una crescita del movimento hockeyistico nazionale. Un ritorno ad un campionato che accolga tutte le eccellenze del nostro panorama. Senza più frammentazioni in Alps e IHL. Ci aspettiamo che venga attuato un progetto che tenga conto dello sviluppo dei settori giovanili supportato a livello federale per aumentare il numero di praticanti e supportate un progetto tecnico che possa così garantire alla nostra nazionale di ben figurare, come sempre accaduto in tempi ormai troppo lontani, nelle competizioni internazionali”.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi