Powervolley Milano: fusione con i Diavoli Rosa per le giovanili
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Powervolley Milano fusione con i Diavoli Rosa. Si rafforza l’unione tra Powervolley Milano e Diavoli Rosa dopo l’inizio della collaborazione della scorsa stagione. Le due società hanno, infatti, deciso di effettuare la fusione dei settori giovanili. Le squadre che parteciperanno ai rispettivi campionati di categoria si chiameranno Diavoli Powervolley. L’accordo è stato ratificato dai presidenti delle due società. Da una parte Lucio Fusaro dell’Allianz Powervolley Milano, dall’altra Alessandro Degli Agosti, numero uno dei Diavoli Rosa. Un’intesa che ha l’obiettivo di formare e crescere in primis uomini oltre che atleti.

Un progetto basato su valori veri

Ciò che mi sta più a cuore è la comunione di intenti e di valori su cui si fonda questo progetto. I Diavoli Rosa da sempre sono sul territorio e da sempre lavorano bene con il settore giovanile. La fusione tra loro e il nostro settore giovanile sotto l’egida di Powervolley. E’ qualcosa di straordinario che speriamo di poter trasmettere anche ad altre realtà”, ha affermato Fusaro. Un’alleanza che coinvolge i settori giovanili, ma che passa anche dai campionati di Serie B, Serie A3 fino alla Superlega. “Avevamo la necessità di portare ai massimi livelli i giovani che crescono nel nostro settore giovanile. Powervolley per noi rappresenta lo sbocco naturale per questi atleti. Poter dare un’idea di obiettivo per tutti ed è uno stimolo per questi giovani”, ha analizzato il presidente Degli Agosti.

Educazione sportiva e umana

“L’obiettivo – ha concluso Fusaro – è quello di aiutare gli atleti ad avere un’educazione sia sportiva che umana. E’ un aspetto sul quale puntiamo molto. A dimostrarlo è la nostra Powervolley Academy, Sport & Work, nata per aiutare i giovani atleti in percorsi di alternanza scuola-lavoro”. “Prima di tutti bisogna tirar su degli uomini fuori dal campo – il commento del numero uno dei Diavoli Rosa –, insegnando loro i valori profondi della vita. Noi cerchiamo di dare loro il percorso migliore, cercando di portare loro al massimo livello possibile, con la speranza che quando avranno terminato di giocare a pallavolo sapranno muoversi nel mondo del lavoro con un’educazione di un certo tipo”.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi