Giulia Quadrifoglio, niente 24 Ore del Nurburgring
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Giulia Quadrifoglio, rinviata la partecipazione alla 24 Ore del Nurburgring. A causa di alcune difficoltà tecniche hanno obbligato la ‘Scuderia del Portello’ al ritiro dalla 24 Ore del 27 settembre della Giulia Quadrifoglio. Veicolo preparato da Lanza Motorsport per le competizioni.

L’impossibilità della Giulia Quadrifoglio

Il debutto della vettura in pista è dello scorso 29 agosto. Esordio sul tracciato del Nurburgring Nordschleife per la 6 Ore del campionato tedesco V.L.N. Un debutto per testare le prestazioni della Giulia Quadrifoglio da competizione, al momento unica al mondo. “La partecipazione alla 6 ore di sabato 29 agosto ha purtroppo evidenziato l’impossibilità per la Giulia Quadrifoglio di sostenere un’endurance di 24 ore. Individuate le cause, per risolvere i problemi non ci bastano i restanti 20 giorni dalla data di svolgimento”, ha spiegato Mauro Simoncini, primo pilota della Scuderia del Portello. Nonché presidente di Lanza Motorsport e proprietario della vettura.

Il progetto sarà mantenuto per i prossimi tre anni

“Accogliendo anche la volontà degli altri tre piloti del team – ha rimarcato Simoncini – abbiamo deciso di rinunciare per quest’anno alla gara. Manterremo, comunque, questo progetto nato per la partecipazione alla 24 Ore del Nürburgring per i prossimi tre anni. In tal modo avremo il tempo necessario per sviluppare la vettura. E, inoltre, cercare di trovare la giusta competitività che la qualità della Giulia Quadrifoglio deve esprimere e senza compromettere la sicurezza dei piloti in pista. Pertanto siamo costretti a ritirare la nostra iscrizione dall’edizione 2020. E’ con grande dispiacere che rinunciamo. Ma resta viva la volontà di attuare il progetto triennale a partire dalla 24 Ore del 2021”. “Ci è dispiaciuto apprendere la notizia. Ma, da pilota appassionato, devo dire che la scelta è comprensibile per l’eccezionalità del progetto”, il commento del presidente della Scuderia del Portello Marco Cajani. Il numero uno ha concluso: “Continueremo a supportare Mauro Simoncini e la sua iniziativa. Così come tutte le altre importanti attività in cui il nostro sodalizio è impegnato, tenendo costantemente aggiornata la casa madre sui programmi”.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi