Hockey Milano Bears, Guarnieri: “La serie C ci sta stretta”
Ti piace questo articolo? Condividilo!

C’era anche l’amministratore delegato Pompeo Guarnieri lunedì mattina alla Torre Branca, per la presentazione dell’Hockey Club Milano Bears. A margine della conferenza stampa, lo abbiamo intervistato in esclusiva per fare il punto sulla squadra e non solo.

Le parole di Guarnieri

“Si riparte da un progetto molto allettante, anche in considerazione del fatto che Milano ospiterà le Olimpiadi. La nostra famiglia, con Flavia Cenci come presidente, ha cercato di coinvolgere un po’ di persone, a partire dallo staff tecnico, con Massimo Da Rin nuovo direttore sportivo. Ora siamo creando una struttura con un settore marketing e uno organizzativo. Il periodo non è stato dei migliori a causa del Covid ma grazie anche ai tifosi abbiamo di fatto presentato un progetto, il resto verrà da sè”.

Agorà

“Venerdì presenteremo il nuovo logo proprio all’Agorà che è in ballo con il progetto di riqualificazione dello stadio che dovrebbe essere approvato in questi giorni. Siamo gli unici ad aver partecipato al bando, superando tutte le fasi con punteggi elevatissimi, segno che le istituzioni hanno apprezzato. Sarà un palazzo in grado di ospitare le Paralimpiadi. Massimo Da Rin non a caso è il coach della nazionale paralimpica, che verrà a testare il ghiaccio”.

Hockey Club Milano Bears

“Abbiamo una squadra che potrebbe già ben figurare in IHL. Non possiamo perdere tempo. La serie C è un campionato strano, che ci sta stretto. Siamo come la Juventus che partecipò alla serie B. Dobbiamo dare il massimo. Abbiamo tenuto tutto il nucleo dell’anno scorso integrandolo con giocatori di livello, come Perna che può andare da una porta all’altra da solo”.

News Reporter

1 thought on “Hockey Milano Bears, Guarnieri: “La serie C ci sta stretta”

  1. Togliete il nome bears e un nome ridicolo x una squadra di hockey di Milano ……mai visti gli orsi a Milano …..gli unici orsi sono stati quelli che non sono stati capaci di gestire un patrimonio di tifosi e di traduzione sportiva hockeystica storica in questa città …….
    Ci vuole un nome nuovo x ripartire da 0 e dare fiducia a tifosi e sponsor e tagliare con il passato fatto di scioglimenti e rinascite .
    I colori rosso blu sono storici ma il nome bears non mi sembra all’ altezza ….
    Grazie a risentirci
    Giorgio Tamagni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi