Softball, Bollate-Forlì apre i playoff
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Softball A1, Bollate-Forlì apre le semifinali. Sedici scudetti da una parte, zero dall’altra. Trentacinque finali da una parte, zero dall’altra. È questo il quadro delle semifinali di Serie A1 Softball al via oggi 19 settembre. MKF Bollate-Poderi dal Nespoli Forlì è la serie tra due squadre storiche del softball italiano. Mentre dall’altra parte il derby tra Caronno-Saronno dirà chi staccherà per la prima volta nella storia il biglietto per andare avanti.

MKF Bollate – Poderi dal Nespoli Forlì

Per il quinto anno consecutivo Bollate e Forlì si trovano di fronte nei playoff. Per due volte hanno avuto la meglio le romagnole (2016, 2017) e altre due volte le lombarde (2018, 2019). Due e due, quindi, a conferma del grande equilibrio tra due squadre che negli ultimi anni sono riuscite a tenere testa a Bussolengo. Malgrado alla fine abbiano quasi sempre vinto le venete. Forlì arriva all’appuntamento dopo una regular season vinta in scioltezza, con un eloquente record di 17-1. Ilaria Cacciamani e Beatrice Ricchi, colonne di questa squadra, hanno saputo vincere la Tripla Corona rispettivamente per le lanciatrici e per le battitrici. Assente Erika Piancastelli, ora negli Stati Uniti per partecipare alla Athletes Unlimited. Presente, invece, la rivelazione del campionato, la giovanissima classe 2003 Virginia Mambelli che si è messa in mostra battendo .540. Dall’altra parte Bollate, dopo il secondo posto nel girone A, viene da uno spareggio vinto agevolmente contro la Sestese. Ma soprattutto sta ritrovando certezze: una su tutte Greta Cecchetti.

RheaVendors Caronno – Inox Team Saronno

Passare da uno strike dall’eliminazione ad una semifinale scudetto non capita a tutti. Al Caronno sì. Le lombarde sono state, infatti, in grado di ribaltare un risultato che sembrava già scritto contro il Pianoro. E adesso? Ora si regala un derby che vale una finale contro la squadra che nella regular season ha conquistato il girone A. Saronno, alla ricerca della prima finale scudetto della sua storia, parte con i favori del pronostico: 13 vittorie a fronte di due sole sconfitte. Una delle quali giunta in extra-inning proprio contro le avversarie di oggi. Caronno giocherà questa partita senza nulla da perdere, ma con molto da guadagnare grazie alla crescita sia della fase offensiva che difensiva. In casa RheaVendors sarà importante valutare le condizioni di Francesca Rossini. La giocatrice uscita dal campo in occasione di gara 3 dello spareggio non è al meglio.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi