Milan-Bologna: i dieci giorni della verità, Paquetà verrà ceduto
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Milan-Bologna e i dieci giorni del Diavolo, quelli che potrebbero cambiare una stagione appena cominciata ma già ad un bivio fondamentale. I rossoneri sono pronti per il loro esordio in campo domani, con l’arrivo del Bologna di Mihajlovic a San Siro (ore 20.45). Ma da qui all’1 ottobre si giocano, di fatto, tutto: perché dopo la sfida contro i felsinei, ci sarà giovedì il match contro il Bodo Glimt in Europa League, sempre a San Siro, poi le due trasferte a Crotone in campionato e quella, eventuale, dell’1 ottobre per il playoff di ammissione ai gironi di Europa League contro Rio Ave o Besiktas, in caso di successo giovedì proprio contro i norvegesi.

Milan-Bologna e i dieci giorni del Diavolo

Dieci giorni che diranno molto di questo Diavolo, la squadra che maggiormente ha impressionato nel post lockdown ma che ora si trova costretta a dover confermare quanto di buono visto da giugno ad agosto. Come quel 5-1 rifilato il 18 luglio scorso proprio al Bologna di Mihajlovic, nel momento di massimo splendore della ciurma di Pioli.
Ma non sarà facile, perché il Milan recente ha sempre dimostrato qualche tentennamento ad inizio stagione. Nelle ultime due stagioni, ad esempio, ha sempre perso all’esordio in campionato: 1-0 l’anno scorso contro l’Udinese e 3-2 due anni fa a Napoli. Non è mai successo che i rossoneri perdessero per tre volte consecutive alla prima giornata e di certo non sarà Pioli e men che meno Ibrahimovic a voler detenere questo nefasto record.

Paquetà ceduto, arriverà un centrale

Senza dimenticare che il prossimo 5 ottobre si chiuderà anche il mercato. Il Milan si è già mosso per rinforzare la squadra, inserendo Tonali, Brahim Diaz e Tatarusanu in rosa, oltre al rinnovo di Ibrahimovic, vero perno nonostante i suoi 39 anni. Ma è chiaro che questo non basta e una buona partenza in campionato, unita all’approdo ai gironi di Europa League, potrebbe convincere la dirigenza a piazzare qualche colpo finale: dirigenza che sa di dover acquistare almeno un altro centrale di difesa, con Milenkovic e Ajer nomi sul taccuino, mentre sullo sfondo rimane sempre quel Bakayoko che andrebbe a completare una batteria di centrocampisti di qualità e sostanza.

L’addio di Paquetà e l’ammissione di Pioli

Alla luce anche del possibile addio di Paquetà. Il brasiliano è fuori dal progetto, come ammesso dallo stesso Pioli. “Ha qualche difficoltà per le posizioni che prendiamo in campo, è un giocatore con caratteristiche particolari, vediamo cosa ci dirà il mercato”. Dichiarazioni che anticipano di fatto quello che sarà il futuro del brasiliano, un futuro lontano dal club rossonero. D’altronde l’ex Flamengo, già vicino alla cessione nello scorso mercato di gennaio (piaceva alla Fiorentina), anche nel post lockdown, dove tutto il Milan ha girato alla perfezione, ha fatto fatica ad inserirsi. E la sua avventura in rossonero potrebbe concludersi dopo 44 presenze, un gol e tre assist, magari subito dopo Milan-Bologna.

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi