Milano Quanta: tre squilli sui monti, Asiago domata
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Il Milano Quanta (foto Semino) ha battuto 3-1 gli Asiago Vipers nella prima giornata della Serie A di hockey inline 2020/2021. La formazione di coach Luca Rigoni, dunque, comincia nel migliore dei modi la difesa del titolo di campione d’Italia conquistata due stagioni fa.

Milano Quanta, vittoria ad Asiago

Non è stata una gara semplice, per il Milano Quanta. I milanesi, che hanno nel loro comparto offensivo un’arma indiscutibile, sono riusciti prima a passare in vantaggio grazie alla rete di Alessio Lettera, abile a sfruttare un assist di Andrea Bellini. E poi, tre minuti dopo, a raddoppiare grazie al “Cobra” Emanuele Ferrari, abile ad usufruire al meglio del passaggio vincente di Emanuele e Banchero.

Secondo tempo di sofferenza

La prima frazione di gioco, però, si chiudeva sul 2-1. I padroni di casa, infatti, riuscivano a superare Mattia Mai a sei minuti dalla chiusura di tempo con Nicola Munari, che insaccava su assist di Gianluca Cantele. Ci pensava poi Andrea Comencini a riportare il Milano Quanta avanti di due lunghezze, prima del tentativo di ritorno degli Asiago Vipers che, però, non portava a nulla. 

Mercoledì la trasferta a Piacenza

Ma tempo per godersi il momento non ce n’è, perché dopodomani, mercoledì 30 settembre, il Milano Quanta tornerà subito in pista. E ancora una volta lo farà in trasferta, sul campo del Lepis Piacenza reduce da un sonoro 2-6 rimediato in esterna sulla pista del Cus Verona. Per vedere i ragazzi di coach Luca Rigoni impegnati al Quanta Club bisognerà aspettare sabato 3 ottobre, quando sulla pista dei campioni d’Italia arriverà proprio il Cus Verona (inizio previsto per le ore 18).

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi