Oltrepò Tennis Academy, Marfutina: “Io qui ho tutto quello che mi serve”
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Nuova atleta internazionale in casa Oltrepò Tennis Academy, l’accademia di Codevilla (PV) per la pratica del tennis e l’avviamento al professionismo che è guidata dal dt Andrea Valdetara. Si tratta di Maria Marfutina.

Oltrepò Tennis Academy

La russa classe 1997, attualmente n. 543 WTA ma con un best ranking di n. 354, è arrivata in Oltrepò Tennis Academy per allenarsi, affidandosi allo staff altamente qualificato dell’Accademia e alla sua struttura in continua evoluzione, con le migliori tecnologie, come la Playsight, a disposizione dei suoi atleti, per provare a migliorare il best ranking di n. 354 WTA, ottenuto a soli 19 anni di età. La seguono il Direttore Tecnico dell’Accademia, Andrea Valdetara e Daniel Dappino, maestro di tennis con l’abilitazione anche all’insegnamento del tennis in carrozzina, insieme al preparatore atletico Lorenzo Medicina.

Marfutina a Grado

Maria, in Italia da due anni, ha già ottenuto un primo buon risultato dal momento del suo arrivo in OTA. Al 25.000 dollari di Grado proveniente dalle qualificazioni ha perso soltanto al tie-break del terzo set dalla più quotata Dalila Jakupovic, testa di serie n.3 del torneo, in un match tiratissimo. Per saperne di più, l’abbiato intervistata.

L’Intervista a Maria Marfutina

“Oltrepò Tennis Academy è una nuova accademia di tennis. Dispone di tutte le strutture e competenze per seguire un atleta professionista, con metodologie moderne ed in continuo aggiornamento. Lo staff è altamente qualificato e in grado di darmi tutto il supporto tecnico di cui ho bisogno. Oltre ai maestri di tennis e ai preparatori atletici, che lavorano in sinergia sotto la Direzione tecnica di Andrea Valdetara, l’accademia collabora con FisioSport, un team di fisioterapisti e laureati in scienze motorie altamente preparati in terapia manuale ad esercizio terapeutico, con la peculiarità di effettuare anche il recupero funzionale dello sportivo sul campo e con il Dott. Massimo Negro, nutrizionista. Per quanto riguarda l’aspetto mentale sono seguita dal mio coach personale, Stefano Nicoletti, ma anche sotto questo punto di vista OTA è ben attrezzata, grazie alla partnership con il mental coach Paolo Loner, Socio Fondatore dell’Associazione Italiana Coach Professionisti e co-fondatore del progetto Sport4Life”.

Tecnologia

“In Oltrepò Tennis Academy poi ho trovato anche le più avanzate tecnologie a disposizione dei tennisti. Il centro è infatti tra i pochi nel Nord Italia ad essere dotato di Playsight, servizio di video analisi molto utile per migliorare le nostre performance in campo. Last, but not least, qui mi sono trovata benissimo fin da subito a livello umano. Le persone sono state così gentili e amichevoli con me, c’è una bella atmosfera, c’è entusiasmo, si respira l’aria “positiva” di un progetto comune e condiviso in grande crescita”.

L’Italia

“Il mio rapporto con l’Italia è meraviglioso, anzi di più! Ho trascorso moltissimo tempo della mia vita in Italia in tanti posti diversi, venivo qui ad allenarmi anche per alcuni mesi consecutivi. In Italia avete tutto: un paesaggio meraviglioso che spazia dalle montagne, alle colline al mare, la cultura, la storia, cibo fantastico e mi piacciono molto le persone, il carattere italiano aperto e disponibile, i miei migliori amici sono italiani. Anche dal punto di vista professionale mi trovo bene qui. E’ assurdo, lo so, ma ho trovato più persone in Italia disposte ad aiutarmi, che non in Russia. Ho lasciato la Russia nel 2008, a 11 anni, e ora eccomi qui!”.

Carriera

“E’ difficile fare un bilancio della mia carriera perché sono ancora molto giovane (23 anni) e penso/spero che il meglio debba ancora arrivare! Credo di avere un grande potenziale, il mio ranking attuale al n. 543 non è rispondente al mio livello, 4 anni fa a 19 anni avevo raggiunto la posizione n. 354 e avevo degli sponsor che mi supportavano, poi purtroppo non ho più potuto contare su questi aiuti e quindi mi è proprio mancata l’opportunità di girare il tour per tornei, i miei genitori non potevano sostenere le spese che un tennista professionista deve affrontare, che non sono poche, è stato molto difficile per me, se non hai alle spalle una famiglia facoltosa è davvero dura”.

Ricordi

“Tra i miei ricordi sportivi più belli direi sicuramente la vittoria nel 2016 al St Petersburg Open, uno dei più importanti tornei ITF, in doppio in coppia con Anna Morgina, altra tennista russa: una grande soddisfazione! Poi, tornando indietro nel tempo, un ricordo indimenticabile fu la vittoria a Roma al torneo internazionale U14 che si disputò ai Parioli. Ricordo ancora la gioia di me, poco più che bambina, per aver vinto quel torneo!”.

Obiettivi

“Per il momento l’obiettivo principale che mi pongo è quello di entrare tra le prime 200 del mondo, per poter giocare le qualificazioni dei tornei dello Slam. Mi propongo ogni giorno di dare il massimo per migliorare il mio livello e poi di prestare massima attenzione a non farmi male. Per arrivare alle posizioni alte della classifica WTA è fondamentale avere continuità nel gioco e non fermarsi per infortuni, per questo ho trovato in Oltrepò Tennis Academy e in particolare nel team di Fisiosport, che ha una sede proprio in accademia, un eccellente punto di riferimento, a questo proposito”.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi