Powervolley Milano e Andrea Giani: nemici-amici, chiedere strada alla storia
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Ritrovare il figliol prodigo, quell’Andrea Giani che due anni fa lasciò Milano per passare il testimone all’amico Roberto Piazza. Ritrovarlo nel suo nuovo regno, quel PalaPanini da sempre emblema della pallavolo made in Modena. Ritrovarlo da avversario, in quello che a tutti gli effetti sarà il big match della quarta giornata di Superlega.

Powervolley Milano, contro Modena per superare il passato

L’Allianz Powervolley Milano sarà impegnata in un trasferta difficile, contro un avversario di spessore che metterà in campo tutte le sue forze per non incappare in un nuovo passo falso. Perché qualche settimana fa dalle parti di Modena venne a vincere la Vero Volley Monza, poi battuta a domicilio proprio da Milano. Per i ragazzi di coach Piazza un solo obiettivo, dimenticare la sconfitta casalinga patita nel turno infrasettimanale contro Vibo Valentia all’Allianz Cloud. E, nel contempo, riprendere la sua marcia in classifica; di fronte però ci sarà una Modena rinfrancata dalla vittoria in rimonta di giovedì scorso contro Ravenna.

Una sfida totalmente equilibrata

Sulla carta la sfida si preannuncia decisamente equilibrata: stessi punti in classifica (sei), stesse gare vinte e perse (rispettivamente due e una), successi maturati con lo stesso punteggio (3-0 e 3-1) e sconfitta patita con lo stesso score (1-3). Come se non bastasse, stesso numero di set vinti (sette) e persi (quattro): “Una di quelle partite importanti e belle da giocare, in un palazzetto molto caldo – l’ammissione di Riccardo Sbertolinoi come squadra vogliamo fare un passo avanti e quindi sarà un match da giocare a viso aperto”.

Andrea Giani, con Milano nel cuore

Alle ore 18 in campo ci andrà anche però la storia recente di Milano. Che in Andrea Giani ha di fatto l’iniziatore del percorso di rinascita della pallavolo in salsa meneghina, quel tecnico che probabilmente sarebbe rimasto volentieri a Milano se ci fossero state le condizioni giuste. Ma che ora vive sulla panchina di una Modena che ha subito un drastico ridimensionamento: sul mercato: fuori Anderson, Zaytsev, Bednorz ed Holt per accogliere Lavia, Vettori, Petric e Stankovic. Ma che ha in seconda linea il francese Grebbenikov, riconosciuto dagli addetti ai lavori come il miglior libero del mondo.

Le statistiche dicono Modena

La sfida con i gialloblu sarà la terza in sette giorni per l’Allianz Powervolley Milano, pronta a proiettarsi dopo il match odierno in un nuovo tour de force che si concluderà il 25 ottobre contro Civitanova con altre tre partite in 14 giorni. Il match sarà il confronto numero 18 tra le due società. Finora solo vittorie per Milano, contro i 15 successi per Modena. Tanti gli ex in campo: da Elia Bossi, a Milano nel 2018/19, a Nemanja Petric, a Milano nel 2019/20; ma anche Yuki Ishikawa (a Modena nel 2014/15) e Matteo Piano (a Modena dal 2014/15 al 2016/17). Che la festa del PalaPanini abbia inizio, Milano ha voglia di tornare a ruggire e voltare totalmente pagina, dopo il brutto scivolone di mercoledì scorso contro Vibo Valentia.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi