Eleonora Giorgi marcia verso Tokyo, il 6 dicembre a Ostia per l’appuntamento tricolore
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Eleonora Giorgi è tra i marciatori convocati per il raduno azzurro in programma dal 30 ottobre all’8 novembre al centro di preparazione olimpica di Tirrenia. La lunga marcia verso Tokyo prosegue, certo, ma lo sguardo va all’impegno tricolore di Ostia (Roma) in calendario per il 6 dicembre.

Obiettivo: fatica e continuità

La primatista europea della 50 km di marcia, non ha partecipato alla classica di Podebrady e alla Festa dell’endurance di Modena perché ancora in ripresa dai guai fisici. Ma con la consueta determinazione lavora per l’appuntamento di fine anno. Campionato italiano della 20 e della 50 km. “Non sono ancora al 100 percento”, racconta la medaglia di bronzo ai Mondiali di Doha dello scorso anno. “Ma – prosegue la trentunenne lombarda delle Fiamme Azzurre – negli ultimi giorni ho fatto le prime due 25 km dopo mesi. Ho avuto una frattura da stress alla tuberosità ischiatica e una tendinite all’inserzione ischiatica. L’edema osseo si è riassorbito, mentre il tendine sta guarendo pian piano. Tra luglio e agosto nel raduno di Vipiteno ho ricominciato a marciare, alternandolo con la piscina e la mountain bike. Ora sto ultimando la fisioterapia. E anche se non sto ancora caricando al massimo, sto mettendo dentro un po’ di volume per riabituarmi alla fatica e trovare continuità”.

A dicembre di nuovo sulla 50 km

Una continuità che l’atleta, allenata dall’ex cinquantista azzurro Gianni Perricelli, sta cercando, a Milano, tra il parco di Trenno e il campo XXV Aprile. Macina circa 150 km a settimana, con doppie sedute giornaliere. “Allenarmi in raduno, e non da sola, può essermi sicuramente d’aiuto – sottolinea Giorgi -. La situazione evolve di giorno in giorno. E’ complicato programmare l’Olimpiade in questa fase. Per dicembre, sperando che si possa gareggiare, non escludo di potermi esprimere sulla 50 km, per avvicinare il primato personale (4h04:50 ad Alytus nel 2019), e non sulla ‘venti’ che invece sarà la distanza dei Giochi. Valuteremo nelle prossime settimane. Potrebbe essere una delle ultimissime volte nella ‘cinquanta’. Una distanza che avrei dovuto marciare a maggio a Minsk per i Mondiali a squadre, poi cancellati”. E infatti l’unica gara di un anno particolare come questo per Eleonora Giorgi resta la 35 km di Grosseto del 26 gennaio, coperta con l’ottimo crono di 2h43:43, riconosciuto da World Athletics come migliore prestazione mondiale.

I convocati

Uomini. Andrea Agrusti (Fiamme Gialle), Gregorio Angelini (Alteratletica Locorotondo), Michele Antonelli (Aeronautica), Teodorico Caporaso (Aeronautica), Stefano Chiesa (Carabinieri), Leonardo Dei Tos (Athletic Club 96 Alperia), Francesco Fortunato (Fiamme Gialle), Matteo Giupponi (Carabinieri), Riccardo Orsoni (Cus Parma), Gianluca Picchiottino (Fiamme Gialle), Giorgio Rubino (Fiamme Gialle), Federico Tontodonati (Aeronautica).

Donne: Lidia Barcella (Bracco Atletica), Nicole Colombi (Carabinieri), Federica Curiazzi (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter), Eleonora Dominici (Fiamme Gialle), Beatrice Foresti (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter), Eleonora Giorgi (Fiamme Azzurre), Valentina Trapletti (Esercito).

Under 20: Aldo Andrei (Valsugana Trentino), Simona Bertini (Francesco Francia), Sara Buglisi (Sportclub Merano), Andrea Cosi (Atl. Firenze Marathon), Davide Finocchietti (Libertas Runners Livorno).

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi