Alessandra Zinno è il nuovo direttore generale dell’Autodromo di Monza
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Alessandra Zinno è il nuovo direttore generale dell’Autodromo Nazionale Monza. “Il Tempio della Velocità diventerà un polo attrattivo non solo per il motorsport. Sarà il luogo ideale per qualunque sport possa sfruttare al meglio il circuito e le sue strutture, comprese le attività per il tempo libero”. Queste le prima parole della manager.

Chi è Alessandra Zinno

Alessandra Zinno è laureata in Giurisprudenza all’Università degli Studi La Sapienza. Dopo gli studi, partecipa e passa un concorso per collaboratore di amministrazione. Questo le permette di entrare in Automobile Club d’Italia nel servizio di pianificazione e coordinamento del sistema informativo. La determinazione la porta a specializzarsi in gestione delle risorse umane, sviluppo del Management e della formazione del personale. Alessandra inoltre è stata rappresentante ACI in molti Organismi di riferimento nel mondo HR. Prima dell’incarico come direttore generale di Autodromo Nazionale Monza, ricopriva il ruolo di direttore centrale della direzione risorse umane e affari generali dell’ACI.

L’Autodromo deve alzare lo sguardo verso il futuro

“La mia nomina avviene in un anno che sta segnando profondamente le vite di tutti, i nostri stili di vita e le nostre scelte. La pandemia ha costretto il circuito ad affrontare situazioni che non si erano mai verificate, come l’assenza di pubblico nel fine settimana del Formula 1 Gran Premio d’Italia. Ma ha anche evidenziato che i grandi sforzi organizzativi hanno determinato una forza unica e uno spirito di guardare avanti. Tutto questo è fondamentale per la ripresa. I momenti difficili ci hanno reso consapevoli che l’Autodromo Nazionale Monza “deve alzare lo sguardo” verso i prossimi anni”, sottolinea Alessandra Zinno.

L’Autodromo come polo di interesse internazionale

“Il Tempio della Velocità – prosegue Zinno – potrà affermarsi sempre di più come luogo di riferimento per il tempo libero dei cittadini lombardi. E, più in generale degli appassionati di motorsport nazionali e internazionali diventando un autentico polo di interesse. Come condiviso con il presidente di Automobile Club d’Italia Angelo Sticchi Damiani, lavorerò affinché l’Autodromo sia sempre più un’azienda moderna. Dobbiamo traghettare questa azienda nel centenario del circuito, il 2022, adottando un nuovo approccio funzionale, volto al raggiungimento di obiettivi propri delle aziende che stanno sul mercato”.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi