Piffaretti: “Wakeboard, sogno di andare alle Olimpiadi”
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Massimiliano Piffaretti, campione del mondo di wakeboard, ha parlato del suo sport che si può praticare anche all’Idroscalo e più precisamente nel cable parke di Wakeparadise. “Io ci vivo in questi parchi artificiali e sono una svolta per chi vive in città e vuole fare qualcosa di diverso, anche dopo il lavoro, senza dover fare tanta strada”.

Le parole di Piffaretti

“Io sono sempre stato appassionato di snowboard, ho cercato anche di entrare in Nazionale, ma poi i miei cugini hanno iniziato a fare wakeboard vicino a casa nostra, sul lago di Como, e ho deciso che anch’io avrei voluto girare il mondo e fare gare di questo tipo. A marzo, dopo aver ricevuto il premio di rider of the year del 2019, mi sono rotto l’omero. Ho dovuto fare un’operazione molto delicata in America, proprio appena prima che esplodesse la pandemia. Ho fatto sei mesi di riablitazione e visto che con le gare eravamo un po’ fermi sono tornato in Italia”.

Red Bull e Drive me Crazy 2

“Ho iniziato a dedicarmi a contenuti video per il web e i social. Ho anche partecipato a ‘Drive me crazy 2’ che andrà in onda a dicembre su Motor Trend con Irene Saderini. Io le ho insegnato il wakeboard e lei a guidare le supercar. Le gare sono importanti ma è bello anche fare wakeboard in posti nuovi o provare trick mai visti. L’obiettivo generale comunque è far conoscere di più questo sport che amo così tanto. Red Bull in questo ovviamente mi aiuta tantissimo. E’ lo sponsor migliore per gli action sport e sono contento di fare parte di questa famiglia da otto anni. Mi supportano in tutto”.

Wakeboard in Italia

“L’Italia ha grandissime potenzialità, sia nel cable che nella specialità dietro la barca, in cui siamo diventati anche campioni del mondo nel 2015, l’anno in cui anch’io ho trionfato. Mi piacerebbe creare un team per dare la possibilità ad atleti giovani di emergere. L’Olimpiade è sempre stata un mio sogno, fin da quando facevo snowboard. E’ un punto di arrivo incredibile per qualsiasi atleta. Nel 2019 ho partecipato ai World Beach Games, una gara molto simile ai Giochi per gli sport che non ne fanno parte. Sono stato portabandiera e ho anche vinto. Spero un giorno di poter partecipare ad una vera Olimpiade”.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi