Rachele Somaschini al Tuscan Rewind
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Rachele Somaschini parteciperà al Tuscan Rewind, gara conclusiva del Campionato Italiano Rally 2020. E, per la prima volta la portacolori RS TEAM sarà alla guida della Citroen C3 R5. La pilota milanese, appena ristabilita da un infortunio alla spalla al recente Rally Ungheria, ha voluto cimentarsi in questa nuova prova. Lo farà sabato 21 novembre con una vettura di categoria superiore, per proseguire l’apprendimento alla guida su terra in un contesto ancora più sfidante.

I nuovi obiettivi di Rachele

La scelta di interrompere il Campionato Europeo Rally (ERC) a due gare al termine è legata alla pandemia. Per Rachele Somaschini, affetta da fibrosi cistica dalla nascita, non sono consigliate altre trasferte in un contesto pandemico incontrollato. Dunque, di fronte a questo scenario, Rachele ha voluto porsi nuovi obiettivi. Ovvero acquisire un’esperienza di guida su una vettura a 4 ruote motrici. La stessa con cui sta cercando di organizzare la partecipazione all’Aci Rally Monza a dicembre. Ad affiancarla sulla Citroen C3 R5, gestita da Sportec Engineering, ci sarà Giulia Zanchetta, già sua compagna di abitacolo dall’inizio della stagione 2020.

Al lavoro anche per il prossimo Aci Rally Monza

Rachele in vista del Tuscan Rewind commenta: “Sono davvero entusiasta di questa opportunità. Non vedo l’ora di mettermi in gioco con una vettura così performante su un fondo a bassa aderenza. Non sarà facile perché la differenza di potenza e di reattività rispetto alle auto da rally è notevole, ma sono curiosa di vedere come me la cavo. D’altronde se non provo non potrò mai saperlo. La guida su terra mi appassiona. E, le prove del Tuscan Rewind, che si snodano tra le colline del Chianti, sono il meglio per questo debutto. Sarebbe bello sviluppare questa operazione spot in qualcosa di più, magari al prossimo Aci Rally Monza. Ci sto lavorando, vediamo se troviamo gli sponsor per portare ancora una volta il messaggio di #CorrerePerUnRespiro su un palcoscenico mondiale”.

Somaschini: la mente è già al 2021

“Mi dispiace – prosegue Rachele – aver dovuto interrompere il programma ERC. Ma i miei medici mi hanno raccomandato di limitare gli spostamenti in questo periodo. Sono già proiettata con la mente al 2021. E, spero che non sia un anno segnato dalla pandemia come questo. Ho grandi progetti in mente: incrocio le dita e non smetto di sperare che la ricerca anche in questo campo. Intanto ringrazio tantissimo i miei partner e sponsor che mi consentono di realizzare un altro sogno”.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi