Eurolega: l’Olimpia Milano torna a vincere, domato lo Zalgiris
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Nella decima giornata di Eurolega l’Olimpia Milano, dopo due sconfitte consecutive, torna a sorridere battendo al Forum di Assago 98-92 lo Zalgiris Kaunas e portando il proprio record a 4 vittorie e 3 sconfitte (da recuperare i match con Alba Berlino, Zenit e Khimki). Un successo quasi in volata, nonostante il +20 nel terzo quarto, con coach Ettore Messina che rimarca tutto questo: «Non è stato bello farli rientrare con i nostri errori. Poi però gli ultimi 5 minuti sono stati molto buoni. Era importante vincere». Sugli scudi per Milano Punter (22 punti), Leday (20) e Shields (17). Alte le percentuali al tiro dell’Olimpia: 54% da due, 52% da tre e addirittura 95% ai liberi.

Olimpia Milano, Zalgiris con il naso avanti dopo 10′

Milano parte forte con l’ex Leday a fare la voce grossa in attacco insieme a Punter (9-3). Ma non si lascia attendere la reazione di Kaunas, squadra dalle grandi percentuali al tiro da tre, confermato anche dal 4/7 lituano del primo quarto. Nel finale di periodo è il giovane talento Jokubaitis (20 anni compiuti da poche ore) a ispirare il 21-25 del primo mini-riposo.

Secondo quarto micidiale per Milano

L’AX Armani Exchange che si ripresenta sul parquet ha il sacro fuoco dentro. In men che non si dica l’Olimpia non solo risale la china, ma si porta prima sul +8 (35-27), poi addirittura sul +13 (46-33). Qualche palla persa di troppo (una di Micov in palleggio è un evento) permette allo Zalgiris di tornare sotto (46-40), ma due triple di Shields e Rodriguez ricacciano indietro i baltici (52-40). Milano giganteggia là dove di solito eccelle Kaunas: all’intervallo biancorossi con il 60,5% da tre (10/16) ed il 100% personale (3/3) per Shields. Leday (16 punti e 5 rimbalzi) continua a far faville e anche Punter (rientrato dopo l’infortunio mercoledì contro la Stella Rossa al pari di Delaney) appare in rapido crescendo.

L’Olimpia Milano vola a +20, ma non chiude i conti

Prosegue lo show dell’AX Armani Exchange anche ad inizio terzo periodo: dopo 8 punti consecutivi di Punter è Shields a mettere il punto esclamativo sul +20 (62-42) che potrebbe mettere la parola fine alla contesa. Pia illusione, però. Lo Zalgiris non molla e mentre Hines supera il traguardo statistico dei 2500 punti in Eurolega, mangia progressivamente il divario con le Scarpette Rosse. All’ultimo intervallo è 73-64.

La vittoria dopo la grande paura

A questo punto i lituani ci credono, mentre Milano si spegne: Rubit, il baby Jokubaitis e uno scatenato Lekavicius fanno apparire al Forum una clamorosa parità (77-77), quando sul cronometro ci sono ancora 6 minuti da giocare. Per fortuna l’AX Armani Exchange non rivive i fantasmi del match perso con la Stella Rossa 48 ore prima. Micov, Leday e Punter ridanno fiato anche a coach Messina in panchina. La difesa e due triple di Rodriguez e Delaney rimettono il +7 (89-82), ma solo due canestri nel rush conclusivo di Delaney domano definitivamente lo Zalgiris.

AX Armani Exchange Milano-Zalgiris Kaunas 98-92, tabellino  

OLIMPIA MILANO – ZALGIRIS KAUNAS: 98-92 (21-25, 52-40, 73-64)

AX Armani Exchange Olimpia Milano: Punter 22 (4/5, 3/4), Leday 20 (5/8, 2(3), Micov 5 (1/2, 1/1), Roll (0/2 da tre), Rodriguez 13 (2/5 da tre), Tarczewski (0/1), Biligha ne, Cinciarini ne, Delaney 13 (3/6, 2/5), Shields 17 (2/5, 3/4), Brooks 2 (1/2, 0/1), Hines 10 (4/8). All. Messina.

Zalgiris Kaunas: Walkup 8 (1/3, 2/3), Lekavicius 16 (6/7, 1/2), Hayes 9 (3/5, 1/4), Jankunas 2 (1/3, 0/1) Lukosiunas ne, Milaknis (0/2 da tre), Geben 2 (1/2), Rubit 13 (4/6), Jokubaitis 15 (3/6, 2/3), Vasturia 8 (2/2, 1/2), Grigonis 10 (0/1, 2/3), Lauvergne 9 (4/7). All. Schiller. 

Usciti per 5 falli: Grigonis (83-79)

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi