Ti piace questo articolo? Condividilo!

Francesca Barcellini, una delle prime giocatrici che sposò il progetto della Sacco Legnano, causa dottorato in essere sta per trasferirsi in Israele. L’ha annunciato nell’intervista concessa al sito ufficiale del club.

Le parole di Francesca Barcellini

“Questo sarà il mio primo anno senza softball dopo 13 anni consecutivi senza mai uno stop. Mi sono approcciata a questo sport in quinta elementare, e fino a questo quinto anno di università ha sempre fatto parte integrante della mia vita. Andrò in Israele a fare un programma di scambio universitario. Sono entusiasta di questa nuova avventura che sta per iniziare. Sono sicura che sarà proficua sia nell’ambito “professionale” che personale. Non vedo l’ora di partire!”

Softball

“Ora come ora faccio un po’ fatica a prevedere il mio futuro dei prossimi anni. Il softball rimarrà sempre una grande passione, non mi sento quindi di usare la parola “definitivo”, ma si vedrà. Ho già iniziato a parlare di questo con il direttore, se e nel caso riprenderemo a parlarne assieme”.

Sacco Legnano

“Il primo anno, il 2018, è stato un anno difficilissimo ma ricchissimo di soddisfazioni. In palestra non c’era nessuno, solamente io con una manciata di ragazze con le quali abbiamo deciso di lanciarci in un progetto nuovo, un progetto che allora si basava solamente sulle parole di chi ce lo aveva descritto. Tuttavia fin dall’inizio abbiamo trovato una società pronta a crescere, e contro ogni pronostico abbiamo fatto bene dai primissimi momenti, iniziando un percorso di crescita che continua tutt’ora”.

Futuro

“La Sacco è un team in crescita, come abbiamo visto dal 2018 ad ora, ogni anno la squadra diventa sempre più coesa e matura. Penso che il prossimo anno sarà ricco di successi; anzi, ne sono certa!. Di addii importanti quest’anno ce ne sono! Conosco alcune ragazze della squadra da anni, e ho condiviso con loro un percorso sia sportivo che di crescita importante, più che dire “addio” ci tengo a dire grazie, perché senza di loro non sarei la stessa. Per quanto riguarda le ragazze giovani ci sono davvero tantissime promesse in questa squadra, da Giulia a Camilla a Carlotta e tutte le ragazze del Team Milano 1946 con le quali abbiamo un rapporto speciale. Molte mie compagne potranno fare molta strada, ma tantissimo dipenderà da loro, comunque il futuro del Legnano è in buone mani!”.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi