Ti piace questo articolo? Condividilo!

L’Allianz Powervolley Milano ha battuto 3-0 il Calcit volley Kamnik, formazione slovena, nella sfida valida per gli ottavi di finale di Challenge Cup. I milanesi si giocheranno domani (ore 18, Allianz Cloud) l’approdo in semifinale sfidando i rumeni del Dinamo Bucuresti, che nel pomeriggio avevano battuto 3-0 i bulgari del Mark Union Ivkoni Dupnitsa nell’altra sfida valida per gli ottavi di finale.

Powervolley Milano, primo set in salita

I due casi di positività riscontrati in seno all’Allianz Powervolley Milano hanno fermato l’opposto brasiliano Weber e lo schiacciatore giapponese Ishikawa. E dunque Piazza decide di partire con Basic sotto rete e Leandro Mosca ad agire da opposto. Il giovane classe 2000 è, a tutti gli effetti, l’oggetto principale dei richiami di coach Piazza. Non fosse altro per il fatto che queste due gare, quella di oggi e quella di domani, saranno un banco di prova molto importante per lui. Anche in vista del match di domenica contro Vibo Valentia, in cui il coach emiliano dovrà ridisegnare la formazione. Il primo set fatica a scivolare via. Si rimane punto a punto fino al 20-19 per Milano, quando Kozamernik prima e Maar poi permettono alla squadra di casa di costruirsi un piccolo vantaggio che portano fino alla fine del primo set, vinto per 25-19.

Secondo set, come complicarsi la vita

Il secondo set comincia con un’Allianz Powervolley Milano decisamente più concentrata. E il parziale è eloquente: 5-0 in avvio. Il sestetto iniziale vede sempre Basic riconfermato sotto rete e la presenze di Mosca. Il giovane recanatese cresce alla distanza, sebbene si noti che gli manca quel ritmo gara mai avuto finora causa lo scarso utilizzo. Ma Milano si scioglie alla distanza e consente agli sloveni di rientrare fino al 10-9. Ci pensano ancora Kozamernik e Maar a riportare avanti Milano (13-9). Un vantaggio che i meneghini riescono ad amministrare senza problemi, fino al 25-18 con il quale si chiude il secondo set.

Terzo set, game and match

Nel terzo parziale l’Allianz Powervolley Milano parte subito forte (8-3 e 10-5) e mantiene il vantaggio fino alla fine, chiudendo il parziale sul 25-14. Il vero problema per coach Roberto Piazza, ora, sarà ora cercare di capire chi far giocare al posto dell’infortunato Patry. Perché il covid ha appiedato, ad oggi, sia il suo sostituto di ruolo, il brasiliano Weber, sia lo schiacciatore giapponese Ishikawa, che nelle ultime gare aveva ricoperto quel ruolo con più che ottimi risultati. La speranza è che Urnaut, l’ultimo arrivato in casa Allianz Powervolley Milano, possa entrare in forma il prima possibile e dare una mano alla squadra. Ora però è tempo di pensare alla sfida di domani contro la Dinamo Bucuresti, che varrà l’accesso alle semifinali di Challenge Cup. Lì dove l’anno scorso si era fermata la corsa dell’Allianz Powervolley Milano causa l’espandersi della pandemia da covid. Quella gara contro lo Sporting Lisbona non si giocò mai. Ora c’è tanta voglia, invece, di scendere in campo.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi