Pallavolo Vittorio Veneto: da 70 anni eccellenza cittadina
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Sarà un Natale di riposo forzato per il Vittorio Veneto che, come tutte le società di volley, si è dovuta fermare a seguito delle disposizione della Federazione, a loro volte conseguenza del Dpcm dello scorso 3 dicembre. Fino a metà gennaio, le uniche attività consentite saranno quelle riguardanti i campionati nazionali di Serie A e B. Con la prima squadra che milita in Serie C, i neroverdi dovranno quindi osservare un riposo più lungo del solito, cosa che rappresenta davvero un’eccezione in una storia fatta di sette decenni decisamente densi di eventi.

Vittorio Veneto: una fucina di campioni

Risale infatti all’autunno del 1950 la fondazione della società, diretta emanazione del Liceo Vittorio Veneto grazie all’iniziativa del Prof. Marinotti, che formò cinque squadre, in rappresentanza di altrettanti classi. Arrivata fino alla Serie A, la squadra vent’anni dopo passò dalla guida del fondatore a quella del Prof. Bazan, timoniere di un percorso che la porterà a ottenere importanti successi e a inaugurare con Claudio Galli la formazione di atleti destinati a lasciare il segno anche in azzurro, in un solco che poi sarà percorso anche da Daniele Vergnaghi e Paolo Cozzi. Dal 1989 al 1996 alla presidenza c’è stato Adriano Pucci Mossotti, che poi da presidente Fidav ha accolto la società al Centro Pavesi, dove tuttora ha la sua sede.

Vittorio Veneto: l’era-Vignati

Dalla stagione 2010/11 la presidenza è affidata a Enrico Vignati, che è dovuto ripartire dopo una fase nella quale, venuto a mancare nuovamente il sostegno economico, la società è stata costretta a cedere quasi tutta la sua attività.

Grazie all’arrivo di nuovi sponsor e al sodalizio con il Power Volley (del quale il Vittorio Veneto dal 2012 rappresenta il settore giovanile), la storia neroverde è ripartita di slancio e oggi ha squadre in 12 categorie, dalla Serie C scendendo fino all’Under 12. Un fiore all’occhiello dello sport milanese, come dimostra anche la certificazione di qualità “argento” che la Federazione ha attribuito al suo vivaio per la stagione in corso.

Una stagione fortemente segnata dalla crisi del Covid-19, ma nella quale si celebrano i 70 anni di attività: un traguardo da festeggiare con il dovuto orgoglio, ma, come sempre, guardando al futuro.

Lorenzo Zacchetti
News Reporter
Giornalista professionista, ha diretto “Eurocalcio” ed è stato publisher tra gli altri, di “Superbasket” e “Hurrà Juventus”. Ha scritto anche per Sky Sport UK, ESPN, Football Business, Dieci, Calciomercato.com, Sportal ed attualmente lo potete leggere su TPI, Affari Italiani e ilfattoquotidiano.it. Ha scritto diversi libri, tra cui “Cambiare il mondo con un pallone - Da Nelson Mandela a Megan Rapinoe, da Diego Maradona a Che Guevara: Quando in gioco c’è l’identità”. Conduce “Brand Journalism” su Radio Lombardia e dal 2011 è consigliere del Municipio 7 di Milano per il PD, dove è stato anche Presidente della Commissione Sport. https://www.ledizioni.it/prodotto/cambiare-il-mondo-con-un-pallone/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi