Inter, Milan e l’Europa: ecco come sono andate le scommesse sulle milanesi nelle prime 6 giornate di Champions ed Europa League
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Come influiscono i risultati delle partite e le classifiche provvisorie sulle scommesse? Partendo da questa domanda, l’Osservatorio Scommesse di Lottomatica ha analizzato le giocate sulle prime 6 giornate di Champions ed Europa League, esaminandole giornata dopo giornata.

Inter regina delle scommesse tra le italiane in Champions

L’indagine ha dapprima sondato quali squadre, tra le 7 italiane impegnate nella fase a gironi delle coppe europee, abbiano raccolto il maggior numero di scommesse. Tra le nostre 4 portacolori in Champions League, a vincere è stata l’Inter, l’unica a non accedere alla fase successiva. I nerazzurri hanno catalizzato il 30% delle giocate degli scommettitori, evidentemente stuzzicati da quella imprevedibilità che accompagna ultimamente i milanesi in Europa. Nelle ultime 3 edizioni di Champions non ha mai superato il girone e all’ultimo turno si è sempre giocata il tutto per tutto (PSV, Barcellona e Shakhtar). Ma, ad alzare la percentuale, ha contributo indubbiamente la presenza di partite intriganti su cui puntare, come il doppio confronto con il Real Madrid. A seguire c’è la Juventus, col 28% delle scommesse sulle italiane in Champions League. A trainare la Juve c’e sicuramente una fanbase piuttosto estesa, ma, anche in questo caso, la presenza di match di prestigio, come il duplice confronto con il Barcellona. L’altra lombarda in Champions, l’Atalanta, con il 23% di scommesse, fa meglio della Lazio (19%).

Un terzo delle scommesse sull’Europa League è dei rossoneri

Passando all’Europa League, dove le nostre rappresentanti sono tra le favorite per la vittoria finale, è il Napoli ad aggiudicarsi le preferenze di chi punta sulle italiane del torneo. Sugli azzurri punta il 40% degli scommettitori. A seguire c’è il Milan (34%): gli uomini di Pioli sono usciti trasformati dal lockdown e la ritrovata Europa rappresentava un bel banco di prova. Per tecnico, giocatori, ma anche per gli scommettitori. Nel girone dei rossoneri c’era, infatti, il Lille, con cui il Milan non aveva (e non ha tuttora) mai vinto: il bilancio è di 2 sconfitte, curiosamente entrambe in casa, e altrettanti pareggi in Francia. L’inizio di stagione dei rossoneri è stato fantastico e la vittoria del girone non è stata affatto banale perché le avversarie, a differenza di Napoli e Roma, erano tutt’altro che squadre materasso. Il sorteggio dei sedicesimi di finale ha sorriso ai rossoneri che contro la Stella Rossa di Falcinelli e Dejan Stankovic è più che abbordabile.

Il percorso di Milan e Inter in Europa secondo gli scommettitori

Le scommesse, si sa, sono fortemente legate e influenzate dal fattore tempo. Ma non solo: sono molti gli elementi che contribuiscono a decretare la scelta su qualche tipologia di scommesse puntare. Le giocate dipendono, per esempio, dall’avversario da affrontare, dal fattore campo, dalla propensione al goal delle squadre, dalla posta in palio. Dall’indagine dell’Osservatorio Scommesse di Lottomatica emergono dati interessanti. Per esempio, per quanto riguarda l’Inter, le scommesse 1X2 sono risultate decisamente maggiori nella prima e nell’ultima partita. Quando, cioè, da un lato tutto era ancora da scrivere e c’era l’entusiasmo dell’esordio e, dall’altro, si doveva per forza vincere per restare in corsa. Rispettivamente 52% per il match interno con il Borussia Mönchengladbach e 48% per la sfida decisiva del Meazza con lo Shakhtar Donestsk, a fronte di un 35% circa di media delle quote 1X2 per le altre gare del girone. Da notare che, non essendo mai stata la qualificazione dell’Inter, di fatto, legata a una differenza reti, la tipologia di scommessa Risultato Esatto non ha mai superato il 5% di puntate. L’Inter vincendo contro il Donestsk in casa avrebbe concluso il girone al 2° posto, visto il risultato del Real Madrid; la mancata qualificazione è stata un insuccesso ma il mancato approdo, quantomeno, all’Europa League è stata davvero una grande delusione per i tifosi nerazzurri.

Dalla rilevazione emergono spunti d’approfondimento interessanti anche analizzando le giocate sulle italiane di Europa League. Iniziando dal Milan, sono sempre le scommesse 1X2 a farla da padrona, ma con una sostanziale differenza tra le partite giocate in casa (44%) e fuori (34%). In casa il Milan ha fatto 2 vittorie e 1 sconfitta, mentre in trasferta 2 vittorie, 1 pareggio. Se, dunque, per le gare del Meazza gli scommettitori hanno scelto una giocata sul risultato (e sulla vittoria) del Milan, alla Doppia Chance ci si è affidati, come prevedibile, per le partite sulla carta più difficili, come il doppio confronto con il Lille e la trasferta in Scozia con il Celtic. Quindi gli scommettitori si sono fidati della tenuta del Milan, scommettendo poco sulla sconfitta del Milan anche in caso di test duro, ma ci si affida alla Doppia Chance (nelle prime 12 giornate di Serie A non ha mai perso).

Cosa cambia nelle partite più importanti?

Nel grafico “a torta” possiamo vedere come si sono orientati gli scommettitori Lottomatica nell’ultima partita del girone, quella in cui ci si giocava tutto. Il segno Goal/NoGoal è stato poco giocato, 3%, forse anche per lo 0-0 uscito all’andata rispetto al 5-0 visto in Europa League la scorsa stagione. Nonostante allo Shakhtar potesse andar bene sia una vittoria che un pareggio, infatti ha giocato per lo 0-0, la Doppia Chance è stata poco considerata, probabilmente perché le scommesse si sono concentrate maggiormente sui nerazzurri.

Il Milan nella delicata trasferta francese avrebbe potuto raccogliere i frutti del lavoro fatto oppure gettare all’ortiche gli sforzi profusi. Gli scommettitori Lottomatica hanno puntato molto sulla Doppia Chance e sull’Under/Over, riducendo le scommesse 1×2. Il risultato di 1-1 ha decisamente premiato la scelta della Doppia Chance. Il segno Goal/NoGoal ha totalizzato il 9% delle giocate sulla partita e, nonostante l’ottima difesa rossonera, il Goal si è manifestato sul campo.

Infine, una curiosità d’insieme: la tipologia di scommessa “combo”, maggiormente usata nelle giornate ricche di partite, com’è tipicamente il giovedì della fase a gironi di Europa League, prende in media il 12% sul totale delle giocate riguardanti il Napoli, l’11% per il Milan, il 10% per la Roma. 
Fonte dati:
https://www.lottomatica.it/scommesse/news-eventi/osservatorio-scommesse-champions-europa-league-fase-gruppi-2020-2021

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi