Federkombat, Milano: “Kickboxing, ora il sogno sono le Olimpiadi”
Ti piace questo articolo? Condividilo!

La crescita della kickboxing è sotto gli occhi di tutti. La conferma arriva direttamente dal Cio che l’ha inserita tra le discipline sportive che prenderanno parte ai prossimi Giochi Europei, in programma in Polonia dal 21 giugno al 2 luglio 2023. Un meritato riconoscimento accolto con grande entuasiasmo da tutto il movimento e in particolare dal presidente della Federkombat, Donato Milano.

Giochi Europei

“E’ una notizia che apre il cuore in un momento drammatico come quello che tutto il mondo sta vivendo. E’ un raggio di sole che offre speranza, anche in vista di un altro sogno ancora più grande, quello olimpico. Non vorrei parlare di tempi ma sarebbe bello esserci a Los Angeles 2028. Essere ai Giochi Europei è un punto di partenza. Diciamo che siamo arrivati in autostrada e il percorso è ben delineato. Le Universiadi e i Giochi del Mediterraneo sono l’anticamera delle Olimpiadi estive. Non dimentichiamo che la kickboxing e in generale gli sport da combattimento sono al quarto posto nel mondo come praticanti”.

Federkombat in Italia

La crescita è continua. C’è stata una svolta storica nel corso dell’ultima assemblea. Abbiamo cambiato acronimo e non è un dettaglio: non siamo più la Fikbms, che era un nome di fatto impronunciabile. D’ora in poi ci chiameremo Federkombat, per essere più appetibili e anche spendibili da tutti i punti di vista. Stiamo aprendo i nostri orizzonti con grandi obiettivi di svilippo”.

Covid-19

“E’ un periodo molto particolare, navighiamo a vista. Si passa da mare in burrasca a calma piatta. Di un anno di blocco pagheremo le conseguenze in futuro. Rischiamo di aver perso talenti che avrebbero potuto esprimersi nella propria fascia d’età e che non avendo obiettivi potrebbero aver abbandonato. Le palestre hanno bisogno di programmazione. Spero che da marzo in poi si esca da questo tunnel che sta mettendo in ginocchio. Sono comunque ottimista in merito”.

Il movimento

“La Lombardia è la società con il numero maggiore di società e di tesserati, poi viene il Lazio ma copriamo tutte le regioni. La nostra sede è a Monza perchè è lì che è nato tutto ma ora abbiamo uffici anche a Roma”.

Coni

“E’ giusto che ci sia fermento in vista del 13 maggio, quando si eleggerà il nuovo presidente del Coni a Milano, 75 anni dopo l’ultima volta che accadde nel capoluogo lombardo. E’ un segnale che è stato dato alla regione più colpita dalla pandemia. Io penso che Malagò sarà riconfermato e in questo senso il nostro supporto è totale. E’ stato fatto un lavoro eccellente”.

Il 2021

“Spero prima di tutto che si possa passare un Natale sereno per poi ripartire alla grande. Non bisogna restare a terra dopo un colpo da ko come quello che tutti abbiamo subito in questo 2020 così duro. E’ forte chi sa rialzarsi e per farlo bisogna lavorare come una squadra, uniti e compatti”.

Avatar
News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi