Milan-Lazio 3-2: le pagelle
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Queste le pagelle di Milan-Lazio 3-2, gara della 14esima giornata della Serie A 2020/2021 appena conclusasi allo stadio San Siro di Milano.

DONNARUMMA 7.

Para tutto quello che può, compreso un rigore a Immobile. Nulla può, però, sulle reti della Lazio.

CALABRIA 6,5.

Non lo si vede in fase offensiva, la Lazio lo costringe a rimanere basso. Super partita in fase difensiva, chiamato costantemente agli straordinari.

KALULU 5.

Causa il rigore dell’1-2 e si perde Immobile sul gol del pareggio. Serata da dimenticare per lui.

ROMAGNOLI 6,5.

Non ha Kjaer al suo fianco e si vede. Chiamato agli straordinari, fa quel che può e lo fa elegantemente e in modo concreto.

THEO HERNANDEZ 7,5.

Corre per 90’, i suoi polmoni andrebbero studiati. Solita solida prestazione, la chiude nel recupero, infinitamente straordinario.

TONALI 6.

La Lazio passa soprattutto dalla zona centrale ma lui, alla fine, se la cava. L’intesa con Krunic manca, cresce alla distanza.

KRUNIC 5,5.

Bene nel primo tempo in fase di copertura, ma cala vistosamente alla distanza. Male in impostazione.

SAELEMAEKERS 5.

A tratti ha spunti molto interessanti, ma pecca in lucidità nei momenti più importanti. E questa, alla lunga, si paga.

CALHANOGLU 7.

Un gol e due assist, nella partita dove ritorna alla rete e guida, con Theo Hernandez, il Milan al successo. Trascinatore.

REBIC 6,5.

Ritorno con gol, finalmente. Nel finale ha una doppia occasione che non concretizza, ben per lui che alla fine arriva Theo.

LEAO 5.

Irritante; sempre fuori dalle azioni, Pioli punta sulle sue accelerazioni ma, in campo, non se ne vede nemmeno l’ombra.

Castillejo 6.

Tanto movimento, poca lucidità.

Hauge SV.
Maldini SV.
Dalot SV.

All. Pioli 7.

Un 2020 di altissima fattura per lui e il Milan. Che chiude, meritatamente, l’anno al primo posto.
Voto squadra 7.

Arbitro DI BELLO 6,5.

Tiene bene la partita, con personalità e la giusta determinazione. Sul rigore per il Milan sanziona il fatto di Patric su Rebic, vista anche la mancanza del tocco di mano. Quello concesso alla Lazio lo vede aggrapparsi al Var, visto che il pestone di Kalulu era difficile da vedere ad occhio nudo. L’intesa con il Var, in sostanza, funziona bene; e questo dovrebbe essere la base dell’uso di questo strumento.

Lazio: Reina 6,5; Patric 5, Luiz Felipe 5,5, Radu 6; Lazzari 6, Milinkovic Savic 6,5 (29’st Pereira sv), Escalante 5,5 (1’st Cataldi 6), Luis Alberto 6,5, Marusic 5,5; Correa 5 (32’pt Muriqi 6), Immobile 6,5 (29’st Akpa Akpro sv). A disp: Alia, Strakosha, Adeagbo, Armini, Franco, Hoedt, Akpa Akpro, Anderson, Catalani, Pereira, Caicedo, Muriqi. All. Inzaghi 5

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi