Ciclismo, Lucia Trevisan è la prima nel Comitato Regionale Lombardia
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Pagina storica nel ciclismo italiano. Lucia Trevisan è la prima donna eletta Consigliere del Comitato Regionale della Lombardia. Di origini padovane, ma residente a Besnate nel Varesotto, ha parlato del suo mandato sul sito ufficiale della Federciclismo.

Le parole di Lucia Trevisan

“E’ un incarico che assumo nella piena consapevolezza di essere chiamata a svolgere un ruolo importante e di responsabilità-ha detto la neo eletta del Comitato. Mi porto in valigia anni di esperienze nel settore del Paralimpico (Componente della Struttura Tecnica Nazionale) e sin da bambina mastico ciclismo. Eserciterò il mio mandato con l’impegno di dare voce a tutti. Lo farò con la passione di rappresentare un Comitato fra i più importanti, il nostro, per il bene di tutti”.

Obiettivi per il futuro del ciclismo

“In primis portare le mie esperienze sviluppate nel Paralimpico lavorando a 360 gradi per l’attività dei più piccoli, i Giovanissimi. Una cosa è fuor dubbio: i Giovanissimi sono il futuro del ciclismo e ricoprono una buona fetta dei tesserati, ma bisogna considerare la loro età per lo sviluppo fisico e psichico è l’intervento sull’attività agonistica che deve essere volto a modi ludica e senza pressioni. Io penso inoltre che possa essere efficace avere più tollerenza per lo sport dei ragazzi. Il prossimo ostacolo da affrontare riguarda la parte femminile. Sono convinta che le donne debbano avere gli stessi uguali diritti degli uomini, con le stesse visibilità e opportunità negli appuntamenti più importanti del calendario internazionale. Viene ancora snobbato, anche se in questi ultimi anni qualche miglioramento si è visto”.

Avatar
News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi