Canoa, giornata di confronto tra le società del sud-ovest milanese
Condividi l'articolo

Giornata di confronto domani per le società canoistiche del sud-ovest milanese. Ritrovo alle 8.45 nella sede di Navigliosport con un breve briefing tra tecnici e ragazzi. A seguire, in mattinata, il trasferimento nelle acque piatte del Lago di Mezzetta, ex cava del comune di Trezzano S/N. La giornata si concluderà nel pomeriggio sulle acque del Naviglio Grande. Una alternanza multidisciplinare sotto la guida dei tecnici federali Ezio Caldognetto e Ettore Ivaldi, perfettamente in sintonia con la politica di confronto adottata dalla Federazione Italiana Canoa Kayak. Un momento di condivisione, in un momento particolarmente complesso come quello attuale condizionato dalla pandemia. La prima di una serie di tappe che nella crescita del movimento canoistico, in generale, e di Navigliosport, nello specifico, ha la sua forza propulsiva.

Canoa, società milanesi a confronto

Non si parla più di sport – afferma con rammarico Anna Merlini, presidente di Navigliosport – Una iniziativa come quella di domani è una ottima occasione per fare ripartire il movimento canoistico. E rimettere in movimento un gran numero di ragazzi fermi ormai da molti mesi. Oltre ad essere un momento di confronto tra le diverse discipline canoistiche, in perfetta sintonia con la politica adottata dalla Fick

Sinergia tra le società del territorio

Ritrovo domani alle 8:45 nella sede di Navigliosport pe le società del sud-ovest milanese. Momento di incontro per i tecnici che avranno modo di confrontarsi sotto la guida tecnica di Ezio Caldognetto e Ettore Ivaldi. Rispettivamente responsabili federali della canoa in acqua ferma e della canoa slalom. “Vogliamo creare una sinergia tra tutte le società del territorio – spiega Anna Merlini – Abbiamo invitato le società del sud-ovest milanese che condividono il nostro territorio e fanno attività con i giovani” Tra i club presenti, Canoa Club Milano, Canoa Club Vigevano, AgQua Rafting e Polisportiva Trezzano.

Lago di Mezzetta e Naviglio, confronto e condivisione sulle acque milanesi

Dopo il ritrovo mattutino con un breve briefing tra tecnici e ragazzi, “selezionati in funzione della loro capacità di affrontare questo tipo di attività”, lo spostamento sulle acque piatte del Lago di Mezzetta. Una ex cava del comune di Trezzano, recuperata dopo trent’anni di chiusura. “Uno luogo stupendo, recuperato alla vivibilità ambientale e allo sport grazie ai volontari di Associazione Salvambiente di Trezzano che gestiscono il sito” A seguire, nel pomeriggio, tutti sulle acque mosse del Naviglio Grande. A guidare questo allenamento sul canale milanese, Ettore Ivaldi. “Dare a tecnici e ragazzi la possibilità di confrontarsi sia su acque ferme che su acque mosse risponde a quella visione di multidisciplinareità che contraddistingue l’attività di Navigliosport. E, allo stesso tempo, è un momento di crescita in un momento complicato come quello attuale segnato dalla pandemia. Un momento di confronto e condivisione, bello per tutti

Check costruttivo, per insegnare la canoa a 360°

Multidisciplinareità e confronto, perfetta sintonia con la politica adottata dalla Fick. “Abbiamo cavalcato la scelta della Federazione di lanciare discipline come lo slalom e l’extreme che saranno presenti a Tokyo 2021 e Parigi 2024 – rimarca Ezio Caldognetto, direttore tecnico di Navigliosport – Avere poi la disponibilità di Ettore Ivaldi per una giornata intera mette le società del territorio nella condizione ottimale di fare un check costruttivo del proprio modus operandi. Ma è soprattutto un momento speciale per insegnare la canoa a 360° e offrire ai ragazzi uno spettro completo della disciplina”

Navigliosport, obiettivo la crescita nei numeri e nei risultati

Una giornata che darà importanti responsi sulle scelte future di Navigliosport. “Quella di domani sarà una giornata che ci consentirà di vedere cosa il nostro territorio ci permette di insegnare meglio ai nostri ragazzi. Per proseguire con altri momenti di confronto con le realtà del settore, in un incrocio di esperienze che devono portare innovazione” In questa ottica va interpretata la scelta di Navigliosport di prendere contatto con la Federazione Italiana Rafting. “Per tre anni consecutivi – conclude Ezio CaldognettoNavigliosport ha raccolti ottimi risultati nel campionato italiano. Ma non ci accontentiamo, la nostra idea è rafforzare la nostra struttura e continuare a crescere sia nei numeri sia nei risultati. L’obiettivo è crescere e far crescere i nostri ragazzi

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi