Cska Mosca-Olimpia Milano: il tradimento di Hackett, highlights del match
Ti piace questo articolo? Condividilo!

L’Olimpia Milano arriva a un libero (dell’ex Kyle Hines) dal fermare la corsa della capolista CSKA Mosca, che deve ricorrere a un supplementare per conquistare la propria dodicesima vittoria consecutiva in Eurolega. Un 87-91 amaro per l’altro ex Ettore Messina: l’Olimpia chiude l’andata con nove vittorie e sette sconfitte (le ultime due consecutive) e ancora con la gara con lo Zenit San Pietroburgo da recuperare. Le Scarpette Rosse lottano, ma devono capitolare soprattutto a causa dello strapotere avversario a rimbalzo (57-32 per il Cska, con il record di Milutinov di ben 19 rimbalzi offensivi). All’AX Armani Exhange non basta un Leday perfetto al tiro: 21 punti, 100% dal campo e 12/12 dalla lunetta. Nella sagra degli ex Mike James fa e disfa, Daniel Hackett fa piangere Milano. E Hines recrimina per l’1/2 ai liberi a 4 decimi dalla fine dei regolamentari.

Primo quarto: l’Olimpia Milano soffre a rimbalzo

Milutinov inizia con 6 punti consecutivi sfruttando i propri centimetri e facendo immediatamente vedere quelle che saranno le difficoltà per Milano sotto il proprio canestro. Ma in attacco l’Olimpia fa il proprio dovere, soprattutto con Punter, Leday e con il super ex Hines, che in sette stagioni al Cska ha conquistato 6 volte le final-four di Eurolega, con l’unica eccezione della scorsa stagione, quando non si sono disputare a causa della pandemia. Dall’altra parte, a proposito di ex, Mike James smazza assist, ma al tiro ha le polveri bagnate. Al contrario di Daniel Hackett, che spara la tripla del 13-17, rintuzzata da Hines e Leday. Al primo intervallo è 17-17.

Secondo quarto: Milano non fa scappare il CSKA

Non cambia il tema tattico della partita. Il CSKA fa la voce grossa a rimbalzo offensivo (16-3 il computo a fine primo tempo per i russi) e trova anche qualche soluzione da oltre l’arco dei tre punti. I primi punti di Mike James sono una tripla che porta Mosca al massimo vantaggio (27-36). L’Olimpia però non fa scappare via i fortissimi avversari, perché i signori concretezza Shields e Hines trovano punti di importanza capitale. L’AX Armani Exchange è a contatto (33-39) all’intervallo, nonostante lo zero alla casellina dei tiri da tre segnati e la débacle a rimbalzo (15-27 complessivo).

Terzo quarto: è la festa (finalmente) del tiro pesante

Le triple per l’Olimpia arrivano, tutte insieme, nel terzo periodo. Dopo uno 0/9, tre canestri di fila, ad opera di Leday, Shields e Punter. Peccato che da oltre l’arco pasteggi alla grande anche Mosca. E quando da tre segna anche un lungo come Voigtmann (211 centimetri) il rebus per Milano diventa quasi irrisolvibile. E’ la festa del tiro pesante, da una parte e dall’altra. Dopo il 55-53 siglato da Datome, ancora Voigtmann e James portano il punteggio sul 55-59. Ma il periodo termina con la tripla frontale di Delaney: 58-59 e AX Armani Exchange ad un niente dalla capolista.

Quarto quarto: Hines non approfitta di una sciocchezza di James

Raccontiamo solo il finale del periodo. Con James che, dopo aver raggiunto in 156 partite i 2500 punti nell’Eurolega moderna, ha a disposizione sul 79-79 a 2 secondi e due decimi, dalla sirena, i liberi della vittoria. Segna il primo e vuole sbagliare il secondo per far azionare il cronometro. Ma non fa toccare il ferro al pallone. Errore sanguinoso, ma il CSKA non paga dazio. Sulla rimessa per Milano Hines subisce fallo da Hackett, a 4 decimi dal termine, ma sbaglia il primo tiro dalla lunetta e per Milano è “solo” supplementare.

Overtime: l’ex decisivo è Daniel Hackett

Il CSKA ha maggiori energie nel supplementare e sfrutta ancora sino in fondo lo strapotere a rimbalzo. L’ex Scarpetta Rossa Hackett con una tripla porta Mosca sul +5 (82-87) e poi sul +6 (84-90). Il play azzurro chiude il match del rientro dopo un infortunio con 19 punti. Milano è solo Leday e questa volta non può risalire la china.

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner

Olimpia Milano-CSKA Mosca 87-91 ot, tabellino

OLIMPIA MILANO-CSKA MOSCA 87-91 (17-17, 33-39, 58-59, 80-80)

AX Armani Exchange Olimpia Milano: Punter 17 (4/8, 2/6), Leday 21 (3/3, 1/1), Roll (0/1 da tre), Rodriguez 4 (2/3, 0/5), Tarczewski 1 (0/2), Biligha ne, Cinciarini ne, Delaney 14 (3/8, 1/4), Shields 13 (5/7, 1/4), Brooks 2(0/1, 0/1), Hines 11 (5/9), Datome 4 (2/3, 0/1). All. Messina.

CSKA Mosca: Bolomboy 2, Khomenko ne, James 20 (4/12, 3/12), Hilliard 7 (2/5, 1/7), Ukhov ne, Hackett 19 (2/4, 3/7), Antonov (0/1, 0/2), Strelnieks 3 (0/5, 1/1), Voigtmann 13 (1/1, 3/5), Shengelia 8 (4/5), Milutinov 17 (6/13), Kurbanov 2 (1/2, 0/2). All. Itoudis.

Note: Tiri da 2: Milano 24/44, CSKA Mosca 20/48. Tiri da 3: Milano 5/23, CSKA Mosca 11/36. Liberi: Milano 24/26, CSKA Mosca 18/22. Rimbalzi: Milano 32 (9 offensivi), CSKA Mosca 57 (28 offensivi). 

Avatar
News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi