Amazon e calcio: il colosso dell’ecommerce si prepara a conquistare lo sport
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Amazon è ricca di sorprese e dopo film e serie TV, si sta preparando anche a conquistare il mondo dello sport. Grazie alla vittoria del bando per le trasmissioni online della Uefa, il colosso dell’ecommerce si è aggiudicato 16 partite di Champions League, esattamente quelle del mercoledì sera, a partire dal 2021.

Jeff Bezos ha commentato in prima persona la notizia affermando di essere lieto di poter offrire ai clienti italiani le migliori partite della Champions League. Ha inoltre detto che sa gli italiani sono tra i più appassionati di calcio per cui offrire questa nuova esperienza sulla piattaforma è qualcosa di fantastico. Una dichiarazione importante che dimostra l’occhio di riguardo di Amazon verso il settore dello sport e il mercato italiano.

Attualmente non è ancora stato definito se la Champions League sarà disponibile a pagamento su Amazon o inclusa nell’abbonamento annuale di 36 €. Tuttavia si tratta di un grande passo avanti che di fatto permette a PrimeVideo di diventare un servizio di streaming calcio altamente competitivo.

Amazon potrebbe trasmettere anche la Serie A

Dopo la notizia dell’aggiunta della Champions League tra l’offerta della piattaforma, iniziano a girare anche delle voci secondo cui Amazon si stia preparando ad acquistare anche i diritti della Serie A. La Lega italiana infatti ha modificato il regolamento per le trasmissioni e le esclusive online cercando di limitare al minimo i monopoli sul web.

Questa modifica dei diritti di trasmissione della Serie A cambia le carte in tavola e blocca il dominio incontrastato di Sky che ha caratterizzato questi ultimi anni. L’obiettivo della Lega era proprio quello di consentire agli utenti di avere più scelta e non doversi obbligatoriamente abbonare ad un solo servizio per tifare la propria squadra. Fino ad oggi, infatti, la Serie A è trasmessa da:

  • Sky. Possiede il pacchetto più ampio di partite accessibile con abbonamenti che variano da 20 a 100 € al mese, a seconda di quali extra vengono aggiunti al pacchetto. Si tratta di cifre importanti, motivo per cui molti italiani hanno iniziato a cercare soluzioni alternative.
  • DAZN. Offre tre partite ogni giornata in esclusiva al prezzo di 9,99 € al mese, più contenuti esclusivi come la Serie B e gli altri sport.

L’entrata in scena da Amazon PrimeVideo potrebbe destabilizzare gli equilibri. Dato che l’abbonamento a Prime costa 36 € e include anche i tanti vantaggi delle spedizioni rapide e gratuite per gli acquisti e-commerce, l’aggiunta delle partite di Serie A senza una modifica dei prezzi potrebbe, di fatto, annullare completamente la concorrenza, dato che consentirebbe agli utenti di risparmiare almeno il 75% in meno rispetto al servizio alternativo più economico.

Non sono presenti ancora notizie certe riguardo all’eventuale presa di posizione e le intenzioni di Amazon, tuttavia, se si guarda alla strategia adottata per la Champions League è chiaro che il mondo dello sport sia un fetta importante che non vuole farsi scappare.

Da evidenziare che anche altri concorrenti diretti con PrimeVideo si stanno avvicinando alle competizioni sportive. Uno di questi è Netflix, che trasmette la Ligue1 in Francia. Proprio per questo motivo Amazon potrebbe cercare di bloccare l’avanzare di Netflix nel mercato sportivo europeo aggiudicandosi le trasmissioni calcistiche italiane online per primo.

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner

In ogni caso, per gli utenti tutte queste voci non possono che essere delle notizie positive dato che avere una più ampia scelta di servizi su cui abbonarsi permette anche di risparmiare e rendere il mercato più sano.

Ricapitolando, Amazon non vede l’ora di trasmettere la Champions League di cui si è già aggiudicato i diritti. Nonostante ciò, gli occhi sono puntati anche alla Serie A e ad un’eventuale acquisizione dei diritti a sorpresa.

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi