Powervolley Milano, che gara! Civitanova passa solo al tie break!
Ti piace questo articolo? Condividilo!

L’Allianz Powervolley Milano ha perso 3-2 contro la Cucina Lube Civitanova nel match valido per la settima giornata di ritorno di Superlega. La sfida, disputatasi all’Allianz Cloud di Milano, è stato un concentrato di emozioni. E forse Milano poteva meritare qualcosa in più.

Allianz Powervolley Milano – Cucina Lube Civitanova, cronaca del primo set

Pronti via e Milano prova a sorprendere Civitanova, ma si viaggia su binari di parità fino al 9-9. Primo tentativo d’allungo dopo un video check che chiama fuori una schiacciata di Leal e manda l’Allianz Powervolley Milano sul 11-9. Senza Sbertoli, ko per un leggero disturbo addominale, palleggiatore titolare è Daldello. La gara rimane ancora in bilico e Civitanova, paradossalmente, non riesce mai ad andare avanti nel punteggio. Primo vantaggio ospite, subito annullato con la battuta fuori di De Cecco,  sul 16-17. Una ricezione sbagliata di Simon su battuta di Kozamernik rimanda Milano avanti (20-19). Come spesso accaduto in questo campionato, l’Allianz Powervolley Milano cala nel momento più bello. Turno di battuta di Rychlicki e due errori dei meneghini che spingono Citivanova sul 21-23. Il doppio ace di Leal, il secondo su un errore di calcolo di Urnaut, chiude il set sul 21-15 per Civitanova, che chiude al meglio un parziale di 1-6.

Jan Kozamernik, foto Pizzi

Allianz Powervolley Milano – Cucina Lube Civitanova, cronaca del secondo set

Nel secondo set Milano sembra tornare in campo confusa. E infatti regala un paio di punti con errori stupidi, a volte anche dovuti alla mancanza di concentrazione. Tanto che Civitanova si porta subito sul +3 senza apparente difficoltà (4-7). Ma Maar riporta subito Milano in gara con due punti consecutivi che valgono l’aggancio (7-7). Ed è Kozamernik a dare il primo vantaggio, nel set, a Milano (9-8). Ma Milano paga dazio, ancora una volta, sul turno di servizio di Rychlicki. Quattro battute, concluse con una fuori, che spediscono Citivanova avanti di due (13-15). Milano riesce a rimanere in partita grazie soprattutto al muro di Kozamernik, ad un redivivo Ishikawa e al solito Maar (20-21). Proprio il giapponese appoggia nel campo avversario il pallone del 21-21 contestato dai marchigiani per un presunto “accompagnamento” della palla stessa. L’arbitro comunque convalida e si torna in parità. Civitanova fallisce due set point con due battute fuori, di Leal e Simon, ma Milano fa altrettanto con Piano e Maar. Urnaut mette giù il pallone del 26-26, Juantorena riporta avanti Civitanova ma Urnaut annulla anche il quarto set point. Piano (28-27 e 31-30), Maar (29-28) e Ishikawa (30-29) portano avanti Milano, a chiuderla è poi un salvataggio di Daldello e un appoggio di Maar (32-30).

Allianz Powervolley Milano – Cucina Lube Civitanova, cronaca del terzo set

Il terzo set si apre con lo show di Ishikawa, che prima manda avanti Milano e poi, assieme a Piano, mura Leal per il punto del 6-4. Ma Civitanova, si sa, è formazione ostica e rientra in gara con la forza del suo muro e del capitano Juantorena (da 9-6 a 9-10). E qui gli ospiti prendono il largo, grazie ad una ricezione superba e una serie di errori di Milano che la portano fino al 15-10. Piazza prova la carta Basic al posto di Urnaut, che interrompe un pesante parziale di 9-2 per gli ospiti. Ma Civitanova può giostrare al meglio un piccolo vantaggio accumulato (16-12 e 18-14). Il doppio muro Piano-Kozamernik riavvicina Milano (18-16), quando la palla scotta Civitanova si affida a Juantorena che non sbaglia mai (22-19), ma Ishikawa e Urnaut rilanciano la rincorsa di Milano (21-22). Ancora Ishikawa risponde a Rychlicki (23-22), ci pensa poi il muro di Piano prima a riportare l’Allianz Powervolley Milano in gara (23-23), poi a darle il primo set point (24-23) e poi a chiudere il gioco (25-23).

Allianz Powervolley Milano – Cucina Lube Civitanova, cronaca del quarto set

Il quarto parziale si apre, come consueto, sulle ali dell’equilibrio (5-5). Civitanova tenta l’allungo con Anzani e Juantotena (11-7, parziale di 3-0), ma Milano rientra in gara sul 15-15. Un grande collettivo, che riesce a mischiare le carte e far venire il mal di testa a Civitanova. Leal fa respirare gli ospiti (21-19), che con un pizzico di fortuna si trovano a condurre 23-20. Sufficiente per chiudere sul 25-22 il set.

Allianz Powervolley Milano – Cucina Lube Civitanova, cronaca del quinto set

La maggiore precisione in ricezione di Civitanova permette agli ospiti di volare subito sul 5-3. Milano rimane aggrappata al match finché può, ma gli ospiti arrivano anche a +5 (9-4). E’ sufficiente per giostrare al meglio la sfida e portare a casa la vittoria, con Leal nominato MVP del match. Finisce 15-10.

Allianz Powervolley Milano – Cucina Lube Civitanova, il tabellino

Allianz Powervolley Milano – Cucina Lube Civitanova 2-3 (21-25, 32-30, 25-23, 22-25, 10-15)

  • ALLIANZ POWERVOLLEY MILANO: Basic 1, Kozamernik 10, Daldello 1, Maar 19, Piano 13, Mosca, Ishikawa 25, Urnaut 20, Pesaresi. N. E. Sbertoli, Weber, Patry, Meschiari, Staforini (L). All. Piazza
  • CUCINE LUBE CIVITANOVA: Kovar, Juantorena 19, Leal 19, Rychlicki 23, Simon 17, De Cecco 4, Anzani 11, Falaschi, Hadrava 1, Yant, Balaso (L). N. E. Larizza, Diamantini, Marchisio (L). All. De Giorgi
  • Durata set: 25′, 37′, 30′, 28′, 29′
  • Arbitri: Cappello – Tanasi. Terzo Arbitro: Rusconi.
  • Impianto: Allianz Cloud di Milano
Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi