Morto Ugo Munari ex di Seamen e Rhinos Milano
Ti piace questo articolo? Condividilo!

La morte improvvisa di Ugo Munari ha turbato tutti i cittadini di Montalto Dora. Ugo Munari, 58 anni, – come scrive il portale Lasentinella – è morto nella sua abitazione a causa di un malore. Per molti anni Munari è stato un giocatore di rango di football americano nel ruolo di corner back, dagli esordi proprio in casa con i Mastini Ivrea per passare poi ai Seamen Milano, Rhinos Milano, alla fine degli anni ottanta. Dove tra l’altro ha conquistato il titolo di campione d’Europa con la maglia azzurra.

L’amico di Ugo: Una persona come poche

“Questa notizia mi ha lasciato davvero senza parole”. Il primo commento di Renato Colorio, amico fraterno di Ugo Munari. “Con Ugo – prosegue – c’è sempre stato un rapporto diretto. Entrambi avevamo avuto qualche piccolo problema di salute. Ma abbiamo sempre avuto la forza e il tempo per una telefonata o per ritrovarsi anche solo per trascorrere qualche minuto insieme. Era una persona pulita. Ciò che pensava lo diceva in faccia. Insieme avevamo inoltre partecipato al campionato di football americano master con la squadra dei Masnada”.

Nel 2018 a Ugo Munari il premio Trofeo Claudio Bellotti

L’11 marzo 2018 – prosegue Lasentinella – con il ritorno dei Mastini, questa volta a San Giorgio Canavese venne inaugurata Hall of fame. La galleria dei campioni dei Mastini, con il premio Trofeo Claudio Bellotti assegnato proprio al defensive back Ugo Munari per aver sempre contribuito a veicolare con orgoglio il nome della sua società su campi da gioco nazionali ed internazionali, vestendo svariate volte la maglia della nazionale ma sempre con il “Mastino” in bella mostra sul suo casco.

Amante del carnevale, Ugo Munari è stato arancere sui carri da getto prima di “tuffarsi” in via Palestro dove si divertiva con gli ignari passanti. Tra gli amici anche Andrea Ferrando: “Con la scomparsa di Ugo ho perso un amico. Sono sgomento e senza parole, lo ricorderò sempre con immenso affetto”.

Avatar
News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi