Powervolley Milano contro Modena: battere Giani e tenersi Piazza
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Battere il grande ex per tornare a sorridere. Per l’Allianz Powervolley Milano più una speranza che altro. Coach Roberto Piazza spera che l’aria di casa dell’Allianz Cloud, unita al dover affrontare quella Modena condotta in panchina da Andrea Giani suo predecessore sulla panchina milanese, possano essere lo sprono giusto per tirare fuori il meglio dai suoi ragazzi, reduci da sei sconfitte consecutive. 

Powervolley Milano, la sfida contro Giani

Il match di domani sera (ore 18, Allianz Cloud di Piazza Stuparich) sarà il recupero della quarta giornata di ritorno di Superlega. La sfida, originariamente, si sarebbe dovuta disputare il 20 dicembre scorso. Dopo le due trasferte a Vibo e Perugia, entrambe perse, i meneghini sperano di tornare alla vittoria in campionato tra le mura amiche, successo che ormai manca dallo scorso 29 novembre. Perché a poco servono le pacche sulle spalle, i complimenti per non aver mai mollato. È arrivato il tempo di tornare a fare punti, senza se e senza ma.

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner

Patry, Piano e Sbertoli, croce e delizia

Piazza può gioire per il ritorno in campo di Patry, che non sarà comunque al massimo della forma. ma deve fare i conti con gli acciacchi di Piano e Sbertoli. E per una squadra che scenderà in campo per la sesta volta in 17 giorni, non di certo la situazione ideale. Di fronte si troveranno un avversario in forma come il team modenese che, dopo un inizio di stagione complicato, ha trovato la giusta alchimia in campo e, solo qualche giorno fa, ha costretto ad un sudato tie break Civitanova. Esattamente ciò che Milano aveva fatto lo scorso 10 gennaio, non riuscendo però a dare seguito a quanto di buono messo in mostra con i cucinieri anche nelle sfide con Vibo e Perugia. “L’unico modo che io conosco per uscire da una sconfitta o più sconfitte è di rimettersi a lavorare con ancora più energia sulle cose che non vengono bene – analizza Tine Urnaut –. Sicuramente siamo molto motivati contro una squadra forte come Modena: loro sono i favoriti di questo scontro, ma noi saremo aggressivi dal primo all’ultimo pallone e ce la metteremo tutta per giocarcela punto a punto. Metteremo in campo il nostro cuore con la speranza di ottenere un buon risultato. Giovedì giocherò per la prima volta da ex con loro: sarà emozionante vedere i miei ex compagni e giocare contro di loro. Poi però spazio al campo: Modena è una squadra molto forte, sappiamo che sarà una partita molto difficile ma ce la metteremo tutta». 

Tine Urnaut
Tine Urnaut

Il futuro deve chiamarsi ancora Roberto Piazza

E poi c’è il futuro. Pianificare, in un anno come questo, è molto difficile senza dubbio. Gli sponsor tentennano, la crisi economica c’è ed è tangibile. Ma bisogna pensare anche alla prossima stagione. E il primo tassello sarà quello dell’allenatore. Ripartire da Roberto Piazza è un dovere, morale oltre che sportivo. Perché è difficile immaginare un allenatore che, alle sue stesse condizioni, avrebbe fatto qualcosa in più. Il contratto dell’allenatore scadrà a fine stagione e, fonti vicine, riferiscono che i discorsi relativi al rinnovo sono già cominciati.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi