Powervolley Milano-Leo Shoes Modena: commento, cronaca e tabellino
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Commento, cronaca e tabellino di Allianz Powervolley Milano-Leo Shoes Modena, match valido per la 15esima giornata della Superlega maschile di volley. La sfida, che si gioca all’Allianz Cloud di Piazza Stuparich a Milano, era originariamente prevista per il 20 dicembre scorso. La Powervolley Milano non vince una gara in casa dal 18 ottobre (3-1 a Verona).

Allianz Powervolley Milano-Leo Shoes Modena, primo set

Pronti via e coach Roberto Piazza può sorridere. Finalmente in campo ci va la formazione titolare, grazie ai rientri dai rispettivi infortuni di Patry e Sbertoli dal primo minuto, con Urnaut in aggiunta ad una prima linea che non scendeva tutta assieme sul campo addirittura dal 21 novembre, nell’1-3 casalingo patito contro Piacenza. Due mesi esatti, prima di ritrovare il roster al completo. Sul campo di gioco primo allungo di Modena (8-11) ma Milano torna subito in partita e si rimane inchiodati sulla parità fino al 18-18. Una palla accompagnata da Kozamernik (che rifiuta la chiamata del video check da parte di coach Piazza) e una schiacciata fuori di Maar mandano avanti però Modena (18-20). Piazza gioca le carte Daldello e Weber al posto di Sbertoli e Patry sul 19-22 per Modena, ma il set si chiude sul 25-20 per gli emiliani con una ricezione sbagliata e una battuta pessima di Maar.

MilanoModena
MilanoModena

Allianz Powervolley Milano-Leo Shoes Modena, secondo set

Il secondo set si apre così come si era aperto il primo. Modena che cerca di scappare e Milano ad inseguire. Gli emiliani vanno subito avanti prima 5-2 e 10-4. Milano non riesce a rientrare, complice una serie di errori anche banali da parte soprattutto di Urnaut e Patry, che non riescono mai a mandare la palla dall’altra parte della rete. E per Modena è assai facile viaggiare addirittura sul 13-5. La Powervolley Milano cerca di riordinare le idee e torna parzialmente in corsa fino al -4 prima (12-16) e -2 poi (16-18). Mazzone schiaccia fuori e i milanesi si portano a -1, ma Vettori ristabilisce subito le distanze. Una schiacciata di Basic prima e un muro di Kozamernik riportano l’Allianz Powervolley Milano in gara, con i due punti che sanciscono la ritrovata parità (19-19). Un altro muro di Kozamernik sancisce il sorpasso (20-19), ma Mazzone rende tutto vano (20-20).

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner

Ma Milano è in partita e si vede: prima schiaccia Ishikawa, poi mura Patry (22-20). Vettori, Stankovic e Lavia rilanciano la corsa di Modena (23-22), poi lo stesso Vettori forza la battuta ma la palla è fuori (23-23). Il primo set point per Modena lo confeziona l’ex Petric, ma Patry dice no. Il secondo lo conquista Stankovic, ma è Piano a tenere in corsa Milano. Basic forza la battuta e offre a Modena il terzo set point, ma il triplice muro di Milano dice no a Lavia. Mazzone viene murato da Kozamernik e ora è Milano ad avere il primo set point, è l’ex Petric a dire no. Ishikawa offre il secondo set point alla Powervolley, subito annullato da Lavia. Petric sbaglia e arriva il terzo set point anche per Milano, la chiude il muro di Kozamernik su Lavia (30-28).

Jean Patry
Jean Patry

Allianz Powervolley Milano-Leo Shoes Modena, terzo set

Il set si apre sulle ali della parità (6-6). Il primo break lo porta Milano, che si porta sul 9-6 con un parziale di 3-0 sfruttando il turno di battuta di Ishikawa. Funziona il muro della Powervolley, che mantiene avanti i ragazzi di Piazza (12-7); ci pensa Stankovic ad interrompere il monologo milanese (12-8). Christenson sbaglia e Milano allunga (14-9). Doppio Lavia riporta Modena a -3 (16-13 e 17-14). Ma Milano ha in mano la partita e allunga ancora (19-14, Basic e Patry). Il muro di Kozamernik e un redivivo Patry riescono a tenere a bada Modena, che infatti precipita a -7 (22-15). Basic e il muro di Piano, poi, chiudono il set sul 25-18 per Milano.

Jan Kozamernik
Jan Kozamernik

Allianz Powervolley Milano-Leo Shoes Modena, quarto set

Inizio sprint di Modena (2-4), ma Milano ritorna subito nel match (8-8). Ma Modena sfrutta al meglio il turno di battuta di Mazzone per piazzare un break importante (8-12). Basic e Ishikawa riportano Milano a -2 (13-15) ma Modena scappa subito di nuovo in avanti (14-19). Kozamernik e Urnaut riportano sotto Milano (17-20) ma Modena riesce a mantenere le distanze. Sul 23-19 Piazza tenta la carta Maar al posto di Ishikawa, Stankovic schiaccia fuori e Milano torna a -3. Ma Sbertoli sbaglia in battuta e offre a Modena il primo set point. Ishikawa lo annulla (21-24). Ci pensa Vettori a chiudere il set sul 25-21.

Allianz Powervolley Milano-Leo Shoes Modena, il tie break

Ishikawa schiaccia, Sbertoli mura fuori (1-1). Patry ha campo aperto (2-1), Lavia attacca bene (2-2). Petric mura fuori Ishikawa (3-2), Vettori non perdona (3-3). Basic prima schiaccia (4-3), poi mura Vettori (5-3). Lavia non fallisce (5-4) ma Stankovic batte fuori (6-4); in battuta va Patry che mette in seria difficoltà Modena, la palla torna a Basic che non fallisce (7-4). Vettori la mette giù dopo tre muri di Milano (7-5), Vettori si fa murare da Sbertoli (8-5). Vettori c’è (8-6), ma Mazzone mura fuori Piano (9-6). Poi si fa perdonare con il punto del 9-7, ma tutto viene reso vano dalla battuta fuori di Porro (10-7). Dentro Ishikawa per Maar ma a metterla giù è Lavia (10-8); il giapponese manda fuori la schiacciata (10-9) e Piazza prova la carta Urnaut per Patry. Il muro Sbertoli-Ishikawa manda fuori l’attacco di Petric e si torna in parità (10-10). Vettori batte fuori (11-10), mentre è Kozamernik a mettere giù, dopo diversi muri e contrattacchi, la palla del 12-10. Lavia riporta Modena sul -1 (12-11), ma la pessima battuta di Petric rilancia le ambizioni di Milano (13-11). Vettori non fallisce (13-12) come non fallisce il muro di Christenson su Basic (13-13). Ishikawa offre il primo match ball a Milano (14-13). Piazza lancia Mosca per Sbertoli, il muro fuori sulla schiacciata di Lavia riporta il match sul 14 pari. La battuta di Christenson va fuori (15-14) e Milano ha il secondo match ball da giocarsi, sprecato per il piede in battuta di Ishikawa. Ma Lavia fa ancora peggio e manda fuori di molto la sua, di battuta, offrendo il terzo match ball a Milano sprecato dalla battuta sbagliata di Piano (16-16). La schiacciata di Kozamernik esce (16-17) e arriva il primo match ball per Modena, ma il polacco non sbaglia in quella successiva (17-17). Muro di Patry su Petric che esce e secondo match ball per Modena (17-18), sprecato da una battuta assurda di Vettori (18-18). Arriva l’ace di Ishikawa e il quarto match ball per Milano, con Kozamernik che non fallisce: 20-18.

Allianz Powervolley Milano-Leo Shoes Modena, il tabellino

Allianz Powervolley Milano-Leo Shoes Modena 3-2 (20-25, 30-28, 25-18, 25-21, 20-18)

  • ALLIANZ POWERVOLLEY MILANO: Basic 15, Kozamernik 16, Daldello, Sbertoli 4, Maar 4, Weber, Patry 13, Piano 15, Mosca, Ishikawa 13, Urnaut 4, Pesaresi (L). N. E. Staforini, Meschiari (L). All. Piazza
  • LEO SHOES MODENA: Rinaldi, Petric 14, Porro, Stankovic 7, Christenson 1, Karlitzek 3, Vettori 23, Mazzone 11, Lavia 25, Grebennikov (L). N. E. Sanguinetti, Bossi, Sala, Iannelli (L). All. Giani
  • Arbitri: Curto – Florian. Terzo Arbitro: Manzoni.
  • Impianto: Allianz Cloud di Milano.
  • MVP: Kozamernik
  • Durata set: 26′, 36′, 23′, 28′, 28
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi