Ti piace questo articolo? Condividilo!

È rientrato e ha dimostrato tutto il suo valore, Riccardo Sbertoli. Che ha alzato bandiera bianca nei match contro Civitanova, Vibo Valentia e Perugia a causa di problemi lombari, ma ha trascinato l’Allianz Powervolley Milano nella gara contro Modena, vinta 3-2 dai milanesi. Un rientro importante, per il rush finale di una stagione che potrebbe ancora lasciare dolci ricordi al club di Lucio Fusaro. 

Sbertoli, come sta? 

“È stato un periodo difficile, ma il peggio sembra essere passato”.

La gara con Modena può segnare in positivo la vostra stagione?

“Abbiamo lanciato un segnale forte, deciso. Ci siamo, siamo una squadra che non vuole mai arrendersi. Certo è stata dura”

In che senso?

“Con alcuni ragazzi ci siamo ritrovati sul campo dopo diverse settimane di stop per problemi vari; ora che l’emergenza è finita guardiamo al futuro con maggiore serenità”

Anche contro Modena, però, in campo ci sono stati cali vistosi

“Già, come quello del secondo set. Per fortuna ci è andata bene ma sono quei problemi che dobbiamo cercare di limare. anche perché si entra in un momento molto importante della stagione”.

Anche lei ha avuto alti e bassi nella gara

“Come tutti. Adesso sto salendo sempre più di livello; abbiamo fatto anche delle buone cose nelle partite che abbiamo perso recentemente, ma abbiamo pagato caro i cali abbastanza vistosi già citati”.

La squadra come sta fisicamente? 

“Non siamo recuperati tutti al 100% ma rispetto ad un mese fa siamo sicuramente più prestanti. Il calendario fitto e di livello, perché stiamo affrontando tutte formazioni di alta classifica, non aiuta. ma sono contento di essere rientrato, mi mancavano le sensazioni del campo e stare con questi ragazzi fantastici”.

Sbertoli, come ha visto il rientro di Patry? 

Anche lui deve ancora recuperare del tutto e si vede. Ma stiamo crescendo, come detto. Ora dobbiamo trovare un po’ più di continuità nell’arco della partita e farci scivolare addosso un po’ di più alcune situazioni che ci continuiamo a pensare troppo”.

Giovedì coach Piazza ha avuto tutta la rosa a disposizione, era due mesi che non accadeva (dal 21 novembre contro Piacenza, ndr)

“Avere adesso tutta la rosa a disposizione sopperisce alle piccole mancanze che abbiamo nel corso della gara. Stiamo tornando sui nostri livelli, possiamo divertirci tanto”.

Domenica giocherete contro Padova, poi ci sarà la Coppa Italia: un trofeo che potrebbe cambiare la vostra stagione? 

“Lo speriamo, davvero. Un passo alla volta, prima sfidiamo Padova.  Disputeremo una partita durissima: noi adesso vogliamo continuare con il nostro modo di giocare, portando avanti la nostra filosofia e soprattutto cercando di portare a casa i punti.Poi inizieremo a pensare alla sfida di mercoledì. Incomincia un’altra competizione, con un trofeo in palio molto importante. ci faremo trovare pronti e diremo sicuramente la nostra”.

La chiave per il successo? 

“Dovremo essere bravi a crescere mentalmente partita dopo partita; in una situazione del genere se ci si lascia andare si rischia veramente di far fatica a venirne fuori”.

Luca Talotta News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Exit mobile version

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi