Bologna-Milan: dichiarazioni post gara
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Vincere aiuta a vincere, soprattutto se sei primo in classifica e reduce da tre sconfitte nei 20 giorni precedenti. E il successo maturato a Bologna non può che far tornare il sorriso sul volto di Stefano Pioli, il quale è ben conscio dell’importanza di questo successo: “Le partite vanno sempre sudate – la sua ammissione – senza commettere l’ingenuità del gol del Bologna avevamo fatto una partita ottima. Abbiamo creato e giocato tanto. Sono contento della prestazione ed è una vittoria che ci dà fiducia e ci fa finire una settimana difficile. Le vittorie vanno meritate”.

Kessie migliore in campo

Di sicuro il Milan la vittoria l’ha sudata e meritata sul campo. Con due rigori, indiscutibili, di cui uno sbagliato da Ibrahimovic e uno realizzato da Kessie: “Vittoria fondamentale – l’ammissione del centrocampista ivoriano – dobbiamo gestire meglio la partita ma alla fine erano importanti i tre punti. Abbiamo lottato fino alla fine”. Kessie è pronto a riabbracciare Bennacer (“Può aiutare la squadra perché eravamo in pochi e così è più facile continuare la stagione”) e poi svela il trucco per segnare i rigori: “Io guardo sempre il portiere fino alla fine. Dipende dal suo piede d’appoggio e da quello capisco dove direzionarla. Se il portiere non si muove è dura. Mi alleno tanto”.

Pioli elogia Leao

Al pari di Kessie, ottima la prestazione anche di Leao: “Ha giocato bene – ha precisato Pioli – tutta la squadra ha dimostrato di essere pericolosa ma Rafa non è più una sorpresa. Ha grande potenziale e ora deve continuare a fare queste prestazioni. Adesso è molto più dentro della partita: attacca, difende, sa quando fare fallo. bene che si faccia trovare pronto”. Di certo ieri Pioli ha potuto riabbracciare anche il miglior Rebic: “Non è stato fortunato perché ha avuto infortuni e positività – ha precisato ancora il tecnico rossonero – questo gli ha portato via condizione. È un giocatore importante per noi e la sua prestazione gli darà fiducia. Dobbiamo sfruttare bene la prossima settimana di lavoro”. Un po’ come fatto in quella appena conclusa: “Gli ultimi due allenamenti che abbiamo fatto questa settimana sono i migliori da tanto tempo. Abbiamo recuperato giocatori importanti e la squadra ha saputo mantenere l’atteggiamento equilibrato. Non eravamo contenti della prestazione con l’Atalanta, l’unica squadra che ci ha messo in difficoltà in questa stagione. Con le altre ce la siamo giocata”.

I rigori, Leao e il futuro

Dopo il ko con l’Atalanta, il ritorno al successo che non può che fare bene: “La stagione è così, non si possono giocare tutte le gare al 100% – ha ribadito Kessie – abbiamo perso due partite ma abbiamo rialzato subito la testa. Il rigore? È più importante per l’attaccante, se segna si sente meglio. Nel secondo Ibra mi ha lasciato la palla e l’ho calciato. In allenamento ne calciamo pochi, chi ha voglia di tirare calcia. Il rigorista è Ibra, dipende da lui, se lui non se la sente lo lascia”. Ma chi può insidiare questo Milan nella corsa allo Scudetto? “Fanno tutte la corsa per lo scudetto, sono tutte in lotta. Noi dobbiamo andare più forte. Noi pensiamo a noi stessi senza guardare agli altri. Pensiamo alla nostra partita e vedremo cosa succederà. Dobbiamo lottare fino alla fine per arrivare più in alto possibile”. Discorso ribadito anche da Rafael Leao: “Noi siamo il Milan, andiamo sempre in campo per vincere. La strada è lunga, pensiamo a gara dopo gara”.

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi