Milan, Ibrahimovic rinnova: sono tutti d’accordo
Ti piace questo articolo? Condividilo!

C’è stato un tempo in cui l’ingaggio prima e il rinnovo di contratto poi di un baldanzoso 40enne svedese provocò un tutti contro tutti che per poco non fece saltare il banco in casa Milan. La dirigenza sportiva da una parte, inizialmente composta da Boban, Maldini e Massara, quella economico-commerciale diretta emanazione del Fondo Elliott dall’altra, con Gazidis e Scaroni in prima linea (più il primo del secondo per la verità). Oggi, invece, proseguire nella crescita di questo giovane Milan con la figura di Zlatan Ibrahimovic nello spogliatoio mette davvero tutto d’accordo; merito dello stesso svedese, capace di sorprendere in positivo con numeri da capogiro: 17 presenze stagionali, 16 gol e due assist. Senza considerare gli effetti secondari, come il trasmettere una mentalità vincente e spronare i più giovani a dare quel qualcosa in più e non arrendersi mai.

Rinnovo Ibrahimovic, c’è il sì di Maldini e Gazidis

Qualche giorno fa il responsabile dell’area tecnica del Milan, Paolo Maldini, dopo mesi di frasi fatte stile “il rinnovo di Zlatan dipende anche da lui” e “I matrimoni si fanno in due”, si è espresso in un modo talmente chiaro e conciso che non lascia dubbi sulla volontà della parte sportiva rossonera di prosegurie l’avventura con lo svedese: “Ci ha sempre detto che dipenderà dalle sue condizioni fisiche – le sue parole – ma se continua così non vedo perché non dovrebbe restare”. Ieri è stata la volta dell’area economico-commerciale, con l’ad Ivan Gazidis che, in un’intervista ai colleghi di Sky, è stato più che diretto: “Ibrahimovic è l’eccezione a tutte le regole, sempre”. Anche a quella, atavica che ha accompagnato il primo periodo di Elliott alla guida del Milan, quando il fondo voleva costruire un progetto basato su giovani calciatori a costi contenuti (e con un Rangnick in panchina mai arrivato). 

Ibrahimovic esaltato dalla CNN

Di mezzo lui, Ibrahimovic. La notizia dei più di 500 gol in carriera con le maglie di club ha fatto il giro del mondo tanto che anche l’emittente americana CNN ne ha esaltato il personaggio: “È come Tom Brady e Serena Williams” ha ribadito, affiancandolo a due colossi dello sport che uniscono ad un’età non più verde qualità atletiche indiscutibili. I rossoneri intanto lavorano per preparare al meglio la trasferta di sabato sera a La Spezia: Bennacer è pienamente recupero, ma buone notizie arrivano anche dal fronte Kjaer; in ripresa anche Tonali, che sta smaltendo il problema di borsite. Sabato Pioli ritroverà due titolarissimi dal primo minuto: il già citato Bennacer e Calhanoglu, pronti per una maglia da titolari.

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi