Allianz Geas, Zanotti: “Noi possiamo e dobbiamo ancora migliorare”
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Weekend di paura in casa Allianz Geas. Coach Cinzia Zanotti sul sito del club ha fatto il punto sulla situazione attuale. “Più che un simbolo del Geas io sento di appartenere fortemente al Geas: oltre a essere da molti anni qui come allenatrice, sono nata a Sesto anche da giocatrice. Dopo l’esperienza in Sardegna nello Sforza sono venuta al Geas dove ho vissuto tutta la trafila delle giovanili fino alla prima squadra. Ho un’appartenenza estrema a questa società”.

Allianz Geas, il punto

“Un allenatore non è mai completamente soddisfatto. Penso che possiamo e dobbiamo ancora migliorare. È stata una stagione strana, con un buon inizio cui è seguito uno stop di un mese a causa dei casi di Covid. Abbiamo poi ripreso sicuramente in affanno e adesso siamo finalmente in una buona forma, forse nata proprio dopo la partita con Venezia. Ci stiamo anche allenando con maggiore costanza, avendo una partita ogni settimana. Ma forse quella sconfitta così larga, in una gara giocata così male, ha dato un po’ la svolta al nostro atteggiamento sul campo.

Covid-19

“Lo stop per il Covid è stato per noi sicuramente penalizzante: penalizzante perché le ragazze non si sono allenate per molto tempo, penalizzante perché quando abbiamo ripreso abbiamo avuto una partita ogni due giorni, e quindi siamo state impossibilitate ad allenarci. Di rimpianti di quel periodo forse non ce ne sono: c’è stata però una sensazione strana, quasi un senso di colpa da parte di tutte noi, come a chiederci se avessimo sbagliato qualcosa. In realtà abbiamo fatto tutto quello che bisognava fare: tamponi a raffica, tenere a casa i primi casi sospetti, anche solo per un mal di testa”.

Futuro

Lavoriamo sempre per aggiustare le cose che non vanno, quindi in previsione non ci sono stravolgimenti. Al giorno d’oggi ci sono i video, la possibilità di tagliare gli errori e di farli vedere alle giocatrici. Noi lavoriamo molto su questo aspetto e fondamentalmente dagli errori cerchiamo di migliorarci, insistendo sulle cose che vanno peggio in partita. Qualche volta ci si riesce, qualche volta no: spesso non basta solo vederli e identificarli per migliorare”.

Avatar
News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi