L’evoluzione dello sport: da attività all’aperto a passatempo sempre più indoor
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Lo sport è sempre stato un’attività che si vive all’aperto, fuori. Per fare sport le persone escono e si recano al posto dove si devono allenare. Può essere la piscina municipale, il campetto di calcio del quartiere, il campo da tennis o la scuola di ginnastica. Insomma tutte attività che si sono sempre vissute fuori e in compagnia (per larga parte).

Tuttavia, da alcuni anni assistiamo ad una tendenza che sta cambiando il modo di vedere lo sport e di praticarlo. La nascita e lo sviluppo delle ultime tecnologie digitali ha spinto sempre più persone a spostare il fulcro delle loro attività sportive da fuori a dentro casa. Ed è quello che vedremo in questo articolo.

L’allenamento in casa grazie allo streaming

Moltissimi di noi usano la tecnologia streaming per allenarsi e fare degli esercizi di ginnastica in casa. Su Youtube, ad esempio, è possibile accedere a una varietà di contenuti per l’allenamento fisico in base alla propria scelta. Così per fare yoga, stretching o tai-chi non si è più costretti ad andare fisicamente in sala di allenamento. Lo si può fare comodamente da casa seguendo i consigli del maestro o dell’istruttore e riproducendo i movimenti che vediamo sul nostro schermo televisivo, dello smartphone o del tablet.

L’e-sport, una nuova forma di sport digitale

I videogiochi fanno parte delle nostre vite da più di 30 anni ormai. Ed il loro sviluppo è stato davvero folgorante sia in termini di tecnologia che per quanto riguarda l’impatto che hanno sulla nostra vita. Non sono più rivolti soltanto ai bambini e hanno assunto una vera e propria dimensione sociale fatta di incontri, scambi ed eventi “sportivi”. In questo ultimo caso sono state create delle vere e proprie leghe nazionali ed internazionali di sport elettronico, detto e-sport, dove i migliori giocatori di un determinato videogioco (che può essere un gioco di calcio come Fifa, oppure un gioco FPS come Overwatch o ancora di strategia come Star Craft II) si incontrano in campionati e si affrontano sia individualmente che in squadra. Ovviamente fare e-sport non vuol dire necessariamente fare delle competizioni, ci sono moltissimi persone che lo praticano per puro divertimento.

L’arrivo della VR, la realtà virtuale

La realtà virtuale è una tecnologia ancora fresca ma che già da anni solletica la fantasia degli sviluppatori. È così che durante il ces 2019 fu presentata una piattaforma di allenamento virtuale per l’hockey su ghiaccio, che permette finalmente agli atleti di potersi allenare di più senza dover occupare un campo per ore.

Altro sport che utilizza questa fantastica tecnologia è il tennis, con il famoso Hawk-Eye, che consente ai giudici di rivedere (dopo un reclamo del giocatore) se la palla era in o out, e quindi di riattribuire nel caso, il punto a uno o all’altro dei giocatori.

Ci sono anche molte app di VR rivolte agli appassionati di sport che gli permettono di avvicinarsi ancora di più alla realtà della loro passione. Per esempio per seguire una gara ciclistica o una discesa di sci con la massima immersione.

Una cosa è certa, che tutte queste modalità hanno avuto una notevole spinta dalla pandemia, che ha costretto tutti noi in casa, atleti inclusi. Ma lo sport non è l’unico ambiente che di recente è passato, in parte, alla modalità digitale: possiamo citare lo shopping per esempio, il lavoro, lo studio, o anche i giochi di casinò!

Questi ultimi sono diventati disponibili su internet già da un paio di decenni grazie ai casinò online e ai portali di gioco che propongono la versione digitale dei classici giochi che trovi nei casinò tradizionali. In questo modo puoi per esempio giocare ai giochi di blackjack online su siti come blackjack-on-line.it quando vuoi e dove vuoi tramite il tuo dispositivo mobile, pc o tablet.

Come dicevamo, la tendenza di svolgere le proprie attività online si è intensificata con l’epidemia di Covid 19, per via delle chiusura dei luoghi pubblici. Questo ha spinto sempre più le persone ad adottare il loro comportamento e alla situazione sfruttando la tecnologia. E ancora oggi, nonostante l’avanzare dei vaccini, molti luoghi pubblici come le palestre rimangono chiusi, il che ci lascia giustamente pensare che la tendenza dello sport in casa (e non solo) continuerà a far parte della nostra quotidianità per almeno una buona parte del 2021. O magari per sempre.

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi