Olimpiadi invernali 2026, una nuova Arena a Santa Giulia
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Le Olimpiadi invernali 2026 avranno la propria Arena. Un impianto che ospiterà le competizioni maschili di hockey sul ghiaccio e la cerimonia di apertura delle competizioni paralimpiche durante i Giochi di Milano Cortina 2026. Il protocollo d’intesa per l’approvazione è stato firmato tra Milano Santa Giulia S.p.A., Regione Lombardia, Comune di Milano e Città Metropolitana di Milano.

Olimpiadi invernali 2026, il progetto

“Un ulteriore e importante passo avanti per la riqualificazione di una zona di Milano che diventa strategica anche in vista delle Olimpiadi invernali 2026. Il nostro contributo è stato determinante per raggiungere un obiettivo che, nell’ambito di un importante progetto di rigenerazione urbana, consentirà di migliorare la qualità della vita dei milanesi che hanno scelto di vivere in questo quartiere della città. Il nostro impegno, anche e soprattutto in un’ottica di sviluppo sostenibile, continua a essere concreto e produce effetti tangibili”. Le parole di Attilio Fontana, Presidente della Regione Lombardia, così come riporta mitomorrow.it.

Olimpiadi invernali 2026, il Sindaco Sala: Un impianto strategico

“Sono soddisfatto del Protocollo di Intesa che abbiamo sottoscritto. Con questo documento, e grazie agli interventi di Risanamento, diamo avvio alla realizzazione di un impianto sportivo strategico per il quartiere Santa Giulia e per la città. Ospitare i Giochi Olimpici Invernali Milano Cortina 2026 è un onore per tutti noi. Il Pala Italia Santa Giulia sarà una struttura funzionale e all’altezza delle importanti competizioni e cerimonie cui è destinata. Ma soprattutto sarà per sempre un punto di riferimento per tutti i milanesi e gli sportivi, luogo di crescita personale e centro di socialità”. Ha dichiarato il Sindaco di Milano, Sala.

Un progetto su 1.200.000

Il progetto di Milano Santa Giulia per le Olimpiadi invernali 2026 si sviluppa su una superficie complessiva di 1.200.000 mq e prevede la realizzazione di 650.000 mq edificabili di cui circa un terzo già completati nelle adiacenze della Stazione di Rogoredo, per il 60 % dedicati alla residenza oltre ad una zona di retail urbano a servizio del quartiere ed un parco pubblico di oltre 330.000 mq.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi