Powervolley Milano: ora è tempo di scrivere la storia
Ti piace questo articolo? Condividilo!

La notizia è che l’Allianz Powervolley Milano è in finale di Challenge Cup. Le male lingue ora potranno dire che si tratta di una “coppetta”, che non ha nulla o quasi di paragonabile a Champions League e Cev. Vero, nessuno lo nega che abbia un blasone inferiore. Ma c’è un dato sul quale si riflette poco: è una finale di una competizione continentale, che Milano ha conquistato sul campo. Tutto il resto sono solo chiacchiere e distintivo, come riferirebbe ancora oggi Roberto De Niro vestito dei panni di Al Capone in quel capolavoro che sono Gli Intoccabili di Brian De Palma.

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner

Dai turchi ai turchi, per scrivere la storia

Milano ha conquistato la finale battendo i turchi dell’HalkBank Ankara 3-1 in casa loro e 3-0 ieri sera all’Allianz Cloud. Dall’altra parte, a contendere loro il trofeo, ci saranno altri turchi, quello dello Ziraat Bankasi Sk Ankara, squadra vincente nel golden set dell’altra semifinale contro Vk Lvi Praga. Il doppio confronto si giocherà a Milano il 17 marzo con il ritorno, che assegnerà il trofeo, il 24 marzo in Turchia. Milano e Ankara, la sfida che sulla carta era la più gettonata per l’atto conclusivo del torneo. 

Prima storica finale in nove anni

È giusto dare il merito ai ragazzi, sono loro che scendono in campo tutti i giorni per allenarsi e cercare di vincere le partite. Ma saremmo degli ipocriti se ci fermassimo qui, perché le gioie vanno condivise. E sono ovviamente il risultato del lavoro di una squadra, di un gruppo allargato che vince in campo e fuori. A partire dal presidente Lucio Fusaro: per lui si tratta della prima vera gioia con i panni del dirigente, dopo anni spesi da giocatore. Ma merito anche a coach Roberto Piazza, uno che ormai ha fatto dell’emergenza e del provare a trovare soluzioni nuove e innovative un marchio di fabbrica.

Una storia di ripartenza

La Powervolley Milano è stata fondata nel 2010. Il primo step fu l’acquisto del titolo sportivo del Parabiago e la conseguente ammissione in B2. Subito una promozione in B1 ma anche l’immediata cessione del titolo sportivo, il termine delle attività e la rifondazione avvenuta nel 2012. Nuova ripartenza dalla B1, fino al 2013 quando venne acquisito il titolo sportivo di Santa Croce con ammissione in A2. L’approdo in Superlega nella stagione 2014/2015, dopo l’acquisizione di un altro titolo sportivo, quello della Tonno Callipo. Poche gioie all’inizio (12esima, 11esima e 14esima piazza in regular season con conseguente uscita ai playoff Scudetto a ottavi o quarti di finale) fino alla stagione 2017/2018, quando inizia una nuova vita: sesto posto di regular season, poi due quinti posti. Quest’anno vero che si è chiusi ottavi, ma si tratta di un anno molto particolare causa covid

Da Berlusconi a Fusaro… turchi permettendo 

Una finale di un trofeo continentale in casa Milano manca addirittura dal 1993/94, anno in cui l’allora società pallavolista della polisportiva Milan di Berlusconi persa la finale di Supercoppa Europea contro i francesi del Cannes. Il breve ciclo di vita della creatura berlusconiana vide comunque la pallavolo meneghina poter portare a casa risultati di prestigio: due Mondiali per Club (1991 e 1993, per quanto potessero valere) ma soprattutto la vittoria in Coppa delle Coppe del 1993, il punto più alto della pallavolo a Milano al pari del successo in Coppa Cev del Gonzaga nell’annata 1986/87

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi