Challenge Cup: Powervolley Milano-Ziraat Ankara
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Cronaca, tabellino e commento di Allianz Powervolley Milano-Ziraat Bankasi SK Ankara, finale di andata della Challenge Cup 2020/2021. La sfida di svolge all’Allianz Cloud di Piazza Stuparich di Milano.

Allianz Powervolley Milano-Ziraat Bankasi SK Ankara, primo set

Pronti via e la sfida si apre subito su binari di parità (7-7). Ziraat cerca l’allungo, ma Milano riesce sempre a rimanere in partita (11-11). Urnaut e Patry tengono in corsa sempre la formazione milanese (17-17), ma il primo allungo decisivo arriva su un mani fuori di Piano (17-19). L’invasione di Patry manda i turchi sul +3 e costringe Piazza al primo time out. Ishikawa prima da e poi toglie con una battuta fuori (18-21), poi Ter Maat buca il muro mialnese per il 18-22 turco. Kozamernik riguadagna il servizio (19-22), ma Atanasov ristabilisce le distanze (19-23). Una battuta fuori e una schiacciata di Weber riportano Milano a -2 (21-23). Ter Maat concede il primo set point ai turchi (21-24), la veloce di Piano lo annulla. Van Garderen mette giù il pallone che chiude il set sul 22-25 per i turchi.

Allianz Powervolley Milano-Ziraat Bankasi SK Ankara, secondo set

Pronti via e Milano si lancia subito in avanti con Ishikawa. L’invasione di Atanasov sigla il 2-0, prima che Kozamernik sigli il 3-0. Sbertoli per Piano (4-0) e time out chiamato da Medei. Patry e Kozamernik siglano il 6-0 di Milano, di Ter Maat (con muro fuori) il primo punto dei turchi. Il 6-2 è una invasione chiamata a Sbertoli, Ter Maat spedisce fuori e Milano gioisce (7-2). Patry, però, ricambia il favore (7-3), ma poi si fa perdonare (8-3) prima del punto di Akkus (8-4) che poi manda fuori la sua battuta (9-4). Un errore turco e Ishikawa permettono a Milano di aumentare il suo vantaggio (11-4), ma Atanasov non ci sta (11-5). Primo tempo di Kozamernik (12-5), Van Garderen la mette giù di forza (12-6), così come Ter Maat (12-7). Milano mantiene la testa della gara (16-10) ma lo Ziraat prova a rientrare in gara (17-14). La veloce di Piano riporta Milano sul +4 (18-14), Van Garderen manda fuori e si vola a +5 (19-14). Ishikawa mura Ter Maat (20-14) e Medei chiama il suo time out. Altra palla fuori di Van Garderen (21-14) mentre non sbaglia su quella successiva (21-15). Ace di Eksi (21-16), Weber mette giù una palla pesante (22-16), così come Ter Maat (22-17); mentre Atanasov si fa murare da Patry (23-17). Il 24esimo punto lo mette giù Kozamernik (24-18) ma Atanasov annulla il primo set point. Al secondo set point la chiude Urnaut (25-18).

Allianz Powervolley Milano-Ziraat Bankasi SK Ankara, terzo set

Milano subito sotto 2-1, poi lungo stop per un problema al computer. Gok sbaglia la battuta (2-2) poi muro fuori di Patry (2-3). Piano rimette le cose in parità (3-3), ma Urnaut batte sulla rete (3-4) prima di schiacciare nel campo avversario (4-4). Patry (5-5), Eksi manda fuori (6-5), Gok no (6-6). Atanasov supera il muro di Piano (6-7), Ishikawa e muro fuori di Gok (7-7). Sbagliano Pesaresi e Van Garderen (8-8) poi Urnaut prima muro fuori e poi non passa il muro turco (8-10). Il +3 turco arriva su attacco di Bulbul (8-11), veloce di Piano che riporta sotto Milano. Sbertoli muro fuori, poi Urnaut sigla il 10-12. Ancora Bulbul e ancora Ziraat sul +3 (11-14), poi ingenuità di Weber a rete (11-15). Il +5 turco arriva su invasione milanese e Piazza rilancia Patry e Sbertoli per Weber e Daldello. Ishikawa per il -4 (12-16), Ter Maat ristabilisce le distanze (12-17); Patry c’è (13-17), Van Garderen manda fuori (14-17); il -2 è opera di Ishikawa (15-17), ma il giapponese manda fuori la battuta (15-18); poi Gok riporta a +4 lo Ziraat (15-19) e Ter Maat sul +5 (15-20). Il +6 è un mezzo pasticcio della difesa milanese, mentre crolla il castello quando Gok mette giù il pallone del 22-15. Maar mette giù il 16esimo punto di Milano, ma Ter Maat ha il braccio caldo (23-16). Va a punto appena entrato Basic (17-23) ma il muro-fuori di Sbertoli concede allo Ziraat il primo set point. Il set si chiude sul 25-18 con la battuta fuori di Maar.

Allianz Powervolley Milano-Ziraat Bankasi SK Ankara, quarto set

Pronti via e si viaggia subito su ali di parità (3-3). Il mani-fuori sulla schiacciata di Maar offre il primo vantaggio a Milano (4-3), condito dall’errore in ricezione di Van Garderen sulla battuta di Kozamernik (5-3). Patry mura Van Garderen (6-3) e Medei chiama il time out. A segno Bulbul (6-4) ma anche Piano (7-4); le distanze rimangono grazie anche agli errori in ricezione dei turchi (12-7 e 14-9). Lentamente lo Ziraat prova a rientrare in gara (16-13) ma Maar ristabilisce le distanze (17-13). Sul 17-15 Piazza chiama il time out; dopo un erroraccio di Maar ci pensa Sbertoli a svegliare i suoi: prima murando Bulbul e poi mettendo a segno un ace (19-16). Nuovo muro di Patry (20-16), Bulbul segna (20-17). Il punto numero 21 è di Maar, il 22 è sempre del canadese con un muro su Ter Maat. Due ace consecutivi di Kozamernik chiudono il set sul 25-18.

Allianz Powervolley Milano-Ziraat Bankasi SK Ankara, quinto set

In avvio è super Matteo Piano a tenere avanti Milano (4-2), poi ace di Maar (5-2). Kozamernik mantiene Milano avanti (7-4), Patry allunga sul 9-5 e Maar sul 10-7. Muro-fuori su Patry (11-7), Maar per il 12-8, il muro Piano-Maar regala il punto del 13-8. Il match si chiude poi sul 15-9 grazie all’ace di Maar.

Allianz Powervolley Milano-Ziraat Bankasi SK Ankara, il commento di Sbertoli

“Siamo ad una vittoria dal sollevare il trofeo, ma la strada è ancora lungal’ammissione del palleggiatore dell’Allianz Powervolley Milano, Riccardo Sbertolinon siamo neanche a metà del viaggio; è stata una lotta e dobbiamo andare lì, ad Ankara, a vincere giocando al meglio le nostre possibilità”. Nel consueto deserto dell’Allianz Cloud, l’allegra ciurma di coach Piazza è riuscita comunque nell’impresa di portare a casa un 3-2 pesante, soprattutto perché maturato da un’iniziale situazione di svantaggio; nel primo set: “E’ andata molto lunga perché è una finale di una coppa europea e loro sono una grande squadra – prosegue ancora Riccardo Sbertoli – ma noi siamo stati bravi a reagire, sono fiero di questa vittoria”. Nelle gambe, le scorie del match di domenica contro Perugia? “Più nelle gambe che nella testa; fisicamente qualcosa abbiamo pagato, ma vogliamo giocarci sempre tutte le partite e questo si fa soprattutto con la testa. E con la testa ci siamo sempre stati”. E domenica si torna a Perugia: “Ci andiamo con il coltello tra i denti – la conclusione finale di Sbertoli – sarà una gara-3 bellissima ed emozionantissima”.

Allianz Powervolley Milano-Ziraat Bankasi SK Ankara 3-2, il tabellino

Allianz Powervolley Milano-Ziraat Bankasi SK Ankara 3-2 (22-25, 25-19, 18-25, 25-18, 15-9)

  • ALLIANZ POWERVOLLEY MILANO: Basic 1, Maar 12, Kozamernik 13, Daldello, Sbertoli 2, Weber 3, Patry 15, Piano 10, Ishikawa 9, Urnaut 8, Pesaresi (L). N. E. Mosca, Staforini (L), Meschiari. All. Piazza
  • ZIRAAT BANKASI SK ANKARA: Atanasov 17, Ter Maat 27, Van Garderen 9, Bulbul 11, Eksi 1, Gok 9, Tosun 2, Yucel, Eken, Bayrat (L). N.E. Akkus, Ayvazoglu (L), Kirkit, Ertugrul. All. Medei
  • Arbitri: Maciejewski, Cinatl.
  • Durata set: 29′, 26′, 34′, 27′, 16′
  • Impianto: Allianz Cloud
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi