Milano Quanta ancora ko: a Vicenza finisce 6-5 per i Diavoli, addio secondo posto
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Il Milano Quanta ha perso 6-5 sul campo dei Diavoli Vicenza nel match valido per la quarta giornata di gare del Master Round della Serie A di hockey inline 2020/2021. Una sfida tesa, molto equilibrata, che ha dimostrato come la formazione di coach Luca Rigoni (foto Semino) possa davvero dire la sua nei confronti del team veneto, che ad oggi risulta però la formazione da battere.

Diavoli Vicenza-Milano Quanta, cronaca del primo tempo

Pronti via ed è il Milano Quanta a spiccare immediatamente il volo: i Diavoli Vicenza aprono le marcature con il grande ex, Andrea Delfino. Ma poi è la coppia Emanuele Ferrari e Andrea Comencini a portare avanti la formazione ospite: prima il pareggio di Ferrari proprio su assist di Comencini, poi l’1-2 con la firma proprio di quest’ultimo (assist di Bellini) e addirittura l’1-3 del Cobra Ferrari. Ma se i Diavoli Vicenza sono una formazione che finora è riuscita nell’impresa di non perdere nemmeno una gara, qualcosa vorrà pure dire. E difatti la formazione di casa prima perviene al pareggio con Delfino e Pace e poi si proietta addirittura avanti 4-3 ancora con Delfino ad inizio ripresa.

Diavoli Vicenza-Milano Quanta, cronaca del secondo tempo

Subìto il sorpasso il Milano Quanta prova a reagire e trova la via del pareggio con Andrea Bellini (4-4), prima dell’allungo decisivo della formazione di casa ancora con Andrea Delfino e Wennerstrom. Di Caletti, a meno di due minuti dalla fine, il gol del 6-5 che sancisce il termine del match.

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi