Charlène Guignard e il milanese Marco Fabbri sesti ai Mondiali di Stoccolma
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Per l‘Italia Team altri 3 pass olimpici per i Giochi di Pechino 2022, Charlène Guignard e il milanese Marco Fabbri conquistano, infatti, il sesto posto di pattinaggio di figura ai Mondiali andati in scena a Stoccolma.

Un libero grandioso e il miglior piazzamento in carriera

Nell’ultima giornata di gare sul ghiaccio svedese dell’Ericsson Globe Arena arriva il miglior piazzamento in carriera in una rassegna iridata per Charlène Guignard e Marco Fabbri (Fiamme Azzurre), sesti nella danza dopo un libero grandioso. Mentre tra gli uomini i giovani talenti azzurri Matteo Rizzo (Fiamme Azzurre) e Daniel Grassl (Fiamme Oro) hanno chiuso a ridosso della top ten, rispettivamente 11° e 12°: posizioni che valgono due carte olimpiche nell’individuale maschile.

Una giornata iniziata fin da subito con il piede giusto per un libero degli uomini contraddistinto dalle ottime prestazioni degli azzurri. Matteo Rizzo ha confermato l’undicesima piazza già ottenuta nel corto chiudendo a quota 245.37 e mettendo in mostra un ottimo secondo segmento da 162.07 punti impreziosito da due quadrupli che gli ha permesso di lasciarsi alle spalle un Grassl risalito di gran carriera dal 15° posto del corto fino al 12° finale con un punteggio complessivo di 242.81. Per il 18enne meranese, all’esordio nella rassegna iridata, una risposta di carattere e coraggio dopo le incertezze di giovedì: per lui un libero ricco tecnicamente e convincente dal punto di vista dell’interpretazione.

Charlène Guignard e Marco Fabbri gli allievi di Barbara Fusar Poli

Poi, in serata, chiusura in grande stile nella danza con Guignard-Fabbri incantevoli nel libero e capaci di firmare il personal best nel secondo segmento con 124.16 punti. Punteggio complessivo di 205.20 che permette agli allievi di Barbara Fusar Poli di confermare il piazzamento del corto e terminare così sesti per il miglior piazzamento in carriera in una rassegna iridata. Un risultato che garantisce all’Italia due ulteriori pass olimpici nella danza in vista dei Giochi cinesi di cui uno andrà però confermato al Nebelhorn Trophy di Oberstdorf nel prossimo settembre. Bilancio estremamente positivo per il pattinaggio di figura italiano che chiude alla grande la stagione preolimpica e guarda già con fiducia alla prossima.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi